La Juventus spera di tornare grande in Champions

morata

È di nuovo martedì e nell’aria si sente già la musica della Champions. La Juventus sentendo tali note si toglie gli abiti consumati e sporchi del campionato e si prepara ad indossare quelli buoni e scintillanti della Champions, infatti, i bianconeri quando entrano in campo ascoltando l’inno della maggiore competizione europea si trasformano lasciando da parte le difficoltà incontrate fin ora in campionato, per mettere in mostra le migliori qualità a disposizione della banda di Allegri per cercare di conquistare la coppa che l’hanno scorso è sfumata proprio all’ultimo.

La Juventus torna in Germania (dove ha disputato la finale della scorsa Champions persa contro il Barcellona), dopo la vittoria in campionato nel derby della Mole contro il Torino per 2-1 (19’ Pogba, 94’Cuadrado, 51’Bovo) che ha permesso di allontanare un po’ di paure e timori dalla panchina di Allegri, non ancora tranquilla, dato che in questa stagione in campionato la Juventus non è riuscita mai ad ottenere 2 vittorie di fila, galleggiando, per questo, a metà classifica, posizione molto lontana dagli obbiettivi stagionali iniziali. In Champions però la situazione è diversa, i bianconeri dominano la classifica del girone con 7 punti seguiti dal Manchester City a 6, il Siviglia a 3 e il Borussia Moenchengladbach a 1. L’andamento claudicante della stagione ha portato a ridimensionare gli obbiettivi della Juventus, non solo in campionato ma anche in Europa, ponendo come primo traguardo il passaggio agli ottavi. Il compito però non è affatto semplice visto che mancano ancora tre partite e il prossimo avversario è il Borussia Moenchengladbach, motivato dopo il cambio in panchina.

Loading...

Il Borussia Moenchengladbach arriva a questa sfida con il morale alle stelle dato le 5 vittorie ed un pareggio nelle ultime 6 partite tra campionato, Champions e DFB-Pokal (coppa nazionale tedesca). L’ultima sconfitta risale all’incontro in Champions contro il City del 30 settembre 2015. Dati che confermano come l’arrivo del tecnico Schubert abbia permesso il cambio di passo alla squadra rendendola un avversario temibile per tutte le squadre.

Probabili Formazioni:

Borussia Moenchengladach: Sommer, Nordtveit, Christensen, Dominguez, Wendt; Traoré, Dahoud, Xhaka, Johnson; Stindl, Raffael All. Schubert

Juventus:  Buffon; Chiellini, Bonucci, Barzagli; Evra, Pogba, Marchisio, Sturaro, Cuadrado; Morata, Dybala All. Allegri.