Lanciano: rapina in villa, arrestato il quarto uomo

Romeno pure lui è stato tradito da un'orologio rubato

È stato arrestato il quarto uomo ritenuto responsabile del brutale assalto ai coniugi Martelli domenica scorsa a Lanciano. Il giovane romeno come i tre arrestati è stato sorpreso dalla squadra mobile di Caserta mentre tentava di allontanarsi dal paese.

La banda aveva rapinato ville e tabacchi

La banda aveva già compiuto sei furti ai danni di Bar, tabacchi, e benzinai nelle vicinanze del paese di Lanciano. I carabinieri stava monitorando la banda con l’uso di un gps che però ha avuto un guasto il giorno della rapina per poi riprendere a funzionare poco dopo. La banda è stata arrestata con l’accusa di sequestro di persona, reati di rapina, lesioni gravissime e porto d’arma.

Gli aggressori li hanno sorpresi nel sonno

I due coniugi Carlo Martelli e la moglie Niva Bazzan sono stati sorpresi nel sonno dai rapinatori in cerca di una cassaforte, lui è finito in ospedale per le botte, a lei è stata mutilato l’orecchio. La procura sta indagando anche su altre rapine avvenute sempre nei dintorni di Lanciano.

Loading...

“Abbiamo dato un’accelerazione all’indagine prima che abbandonassero l’Italia e facessero altri danni” ha dichiarato la dirigente della squadra mobile , abbiamo messo a disposizione il ‘moving team’, con esperti specializzati in analisi di dati, repertazione e rilievi”.
E proprio la tecnologia è stata fondamentale per individuare il quarto uomo.

Una delle telecamere di sicurezza di Lanciano ha infatti ripreso parte del viso e mento dell’uomo: quelle immagini sono state inserite nel Sari (Sistema automatico di riconoscimento immagini) che ha fornito un riscontro e confermato l’identità del romeno. Il sistema, inoltre, ha permesso di ricollegare la sua vera identità – riportata sul cartellino foto segnaletico presente in banca dati ad un documento falso con cui il bandito andava in giro.

Potrebbero interessarti anche