Le 7 cose da NON fare la Vigilia di Natale

Le superstizioni e le credenze nella notte più magica dell'anno.

Le 7 cose da non fare la Vigilia di Natale

Superstizioni e miti di Natale

Superstizioni e miti di Natale

Superstizioni e miti, sono associati al Natale fin dall’antichità e sono ancora seguiti in tutte le parti del mondo.

La notte del 24 dicembre dà inizio alla più lunga festa dell’anno; a questa notte seguiranno altre 12 magiche notti e 13 giorni di festività che rievocano antichi sapori e magiche atmosfere.

E mentre alcuni si recano in chiesa a festeggiare  la nascita del Signore, molti altri mangiano e si scambiano doni, mentre i bimbi attendono l’arrivo di Babbo Natale: in questa magica notte di Natale, secondo alcune tradizioni popolari tutto diventa possibile.

Cosa “non fare” la Vigilia di Natale

Cosa “non fare” la Vigilia di Natale

Questo articolo riporta alcune delle credenze che sono ancora messe in pratica sia in Italia che all’estero, in particolar modo si rivolge alle 7 cose da non fare la Vigilia di Natale: vediamo insieme quali sono.

  • Le luci dell’albero e quelle adibite a decorazione, non devono venir spente dalla sera del 24 alle prime ore della mattina di Natale. Questo al fine di illuminare la notte silente, come la cometa che guidava i re magi.
  • Nelle case dove c’è un caminetto, il “ceppo” deve ardere tutta la notte senza mai spegnersi: il mito afferma che in questo modo, l’anno successivo sarà privo di sfortuna.
  • Non gettate tutte le lische di pesce alla fine del cenone: conservatene almeno una, se volete che nell’anno a venire, non manchi mai il denaro.
  • Non regalate gioielli a forma di croce, perchè si festeggia la nascita di Nostro Signore e non la morte; regalarli dunque è segno di sofferenze per l’anno a venire.
  • Evitate ogni tipo di discussione: sarebbe di cattivo auspicio
  • Non spazzate la casa, e se dovete proprio farlo raccogliete l’immondizia al centro della stanza.
  • Durante la cena nessuno deve sedersi con le spalle al muro; anche questa superstizione cecoslovacca, sembra essere molto seguita.

Tradizioni natalizie in alcune parti del mondo

Tradizioni natalizie nel mondo

Ogni famiglia ha le sue usanze e le sue tradizioni natalizie da rispettare, che differiscono soprattutto dalla zona geografica di appartenenza.

In Francia ad esempio, molte famiglie preparano un vero banchetto con 7 portate principali e 13 dessert (simbolo di Gesù e dei suoi dodici apostoli). In Giappone, il Natale è considerato la “Festa dell’amore”:  le coppie trascorrono insieme una serata romantica mentre i single partecipano a feste con la speranza di trovare l’amore della propria vita. Un’altra tradizione dice anche i single devono andare a dormire a ritroso la notte di Natale: cosi facendo sogneranno il volto dell’amante futuro.

In Messico invece le celebrazioni del Natale iniziano 9 giorni prima: ogni sera a partire dal 16 dicembre, le famiglie messicane organizzano feste chiamate Posadas, dove è consuetudine rompere la “Pentolaccia o piñata”, una pentola fatta di cartapesta e ripiena di frutta, canditi e dolci.

Qualsiasi tradizione,sia quelle pagane che quelle cristiane, insieme a quelle più curiose, fanno parte di un folklore natalizio molto suggestivo, che contribuisce a riunire le famiglie nella notte più magica dell’anno.

 

di Monica Ellini

 

 

 

 

 

 

 

Loading...
Monica Ellini
Scrivo articoli in diversi settori di notizie: cronaca, scienza,salute, ambiente, spazio e cosmo, storia, viaggi, arte e archeologia. Eclettica e dedita alla ricerca, lavoro per obbiettivi in modo determinato e organizzato. Esperta di comunicazione e pubbliche relazioni, cerco di trasmettere attraverso lo scritto, concetti chiave e significati. Adotto un informazione consapevole che interessi diverse fasce di pubblico.
Potrebbero interessarti anche