Le proteste degli agricoltori arrivano in Italia

Anche in Puglia partiranno i presidi

Ci saranno anche in Italia le proteste degli agricoltori. La mobilitazione è stata proclamata dai Comitati Riuniti Agricoli C.R.A capeggiati da Danilo Calvani, un tempo leader dei Forconi. Il gruppo promuove presidi spontanei a oltranza in tutto il paese per protestare principalmente contro la politica italiana e le politiche UE.

Nella provincia di Foggia, una delle aree del paese a maggiore trazione agricola, sono stati organizzati presidi a: a Castelluccio dei Sauri, Lucera, San Paolo di Civitate e Torremaggiore, senza considerare la marcia di una 50 di trattori che dovrebbe portare un presidio sotto la questura di Foggia. Alla protesta pacifica parteciperanno anche gli agricoltori di Orta Nova e dei Cinque Reali Siti.

- Advertisement -

Ezio Pacello, uno dei promotori dei presidi, ha spiegato sui social i motivi della mobilitazione pugliese:

La massaia non riesce più a fare la spesa, e a noi ci stanno facendo morire, perché il nostro prodotto non lo pagano niente, qualcosa non funziona. Poi ci sono le problematiche relative alla nuova Pac, regole che non rispettano il territorio. Dovremmo essere difesi da gente competente, che viene dalla terra”.