Liquid Ecstasy, la droga degli stupri

GBL e GBH sono le sigle di componenti chimiche usate per creare la droga degli stupri, compresa la Liquid Ecstasy, dopo i fatti di Varese dove una minorenne è finita in coma si torna a parlare di droghe sintetiche e leggere tra i giovani.

A causa dei fatti di Varese dove due ragazze si sono sentite male durante una festa privata, si torna a parlare di droga degli stupri e Liquid Ecstasy a base di GBL o GHB. Il termine Liquid Ecstasy unisce due parole, con Liquid si intende la facilità di assunzione e la possibilità di mischiarlo anche di nascosto a drink alcolici o dal sapore forte. Ectasy invece si collega agli effetti che crea: disinibizione, amnesia e sonnolenza, dipendenza nel lungo periodo.

Liquid Ectasy: gli effetti della droga degli stupri

L’ecstasy originaria a base di anfetamine ristrette in pillole, capsule e polveri davano l’effetto di allegria e disinibizione, compreso lo stordimento. La Liquid Ecstasy è una delle forme della droga degli stupri che ha lo scopo specifico di diminuire le difese mentali e difensive delle ragazze che l’assumono. Unito agli effetti dei forti alcolici crea uno stato di amnesia e sonnolenza che dura dalle sei alle dodici ore. Tutto quello che avviene sotto l’effetto di questa droga viene considerato reato, i rapporti sessuali diventano stupro perché la vittima non è in stato di coscienza e in più dimentica quello che è successo rendendo difficile, in caso di denuncia, il racconto di dettagli e particolari che possono essere utili agli inquirenti per la formulazione di accuse e giudizio giuridico. I fatti ultimi di Varese si aggiungono ad altri fatti di cronaca che coinvolgono giovani e giovanissimi e fanno scattare una nuova allerta, la diffusione delle cosiddette droghe sintetiche facili, ovvero a base di sostanze reperibili con facilità e a basso costo

I fatti di Varese

Due ragazze minorenni, ora fuori pericolo, si sono sentite male durante la partecipazione ad una festa privata dentro una casa di Induno Olana. Sabato sera finiscono in ospedale con gli stessi sintomi, giramento di testa, una delle ragazze però finisce in coma forse a causa di un sovra-dosaggio. Vengono chiamati genitori e forze dell’ordine. Le ragazze hanno dichiarato la presenza di bevande alcoliche e un ragazzo che inseriva sostanze nei bicchieri con una siringa. Gli agenti hanno ispezionato l’auto del giovane identificato e la casa, chiedendo i documenti delle persone. Sono stati fermati in tutto sessanta persone. Nell’auto del ventiquattrenne sono state trovate delle boccette e siringhe, nella lavanderia della casa sono stati trovati sostanze chimiche, pasticche di viagra e profilattici. Tra diverse coppie di ragazzi appartati si prevedeva una serata sotto effetto di stupefacenti e droghe sintetiche che oltre a inibire creano l’effetto amnesia. Le indagini stanno andando avanti, è confermata la denuncia contro il ventiquattrenne per aver messo la sostanza a base di GBL, insapore e inodore all’interno dei bicchieri ma nessuna accusa di stupro e violenza è stata confermata, i fatti coinvolgono minorenni e per questo c’è molto silenzio sul caso.

GBL e GHB, le sostanze usate nelle droghe disinibitorie

GBL e GHB sono le sigle delle sostanze chimiche usate per la creazione della droga degli stupri, sono inodori e insapori, messe di nascosto in un drink alcolico dal sapore forte non possono essere rintracciate dalla vittima che avrà un senso di inibizione e sonnolenza per un lungo arco di tempo.

GBL è un solvente industriale bandito in molti paesi compresa Italia per la pericolosità del suo uso. Costa poco ed è una sostanza inodore e incolore, la sua assunzione crea l’effetto stordente immediato. L’unico paesi in Europa che consente l’utilizzo di questo prodotto per l’industria è ancora la Polonia, forze dell’ordine e sanitarie hanno rilevato il pericolo di circolazione di questa sostanza nelle zone di confine e inoltre una facile reperibilità nelle discoteche frequentate da giovani e omosessuali. La dose elevata può comportare l’arresto cardiaco della vittima che l’assume.

GHB, è un acido a base di Gamma Idrossibutirrato, viene usato come farmaco nell’alcolismo e per la cura di depressione, insonnia e dolore provocato da alcune patologie. Purtroppo nelle mani sbagliate mischiato con acqua e sostanze alcoliche, compresa la birra, crea una droga da usare per sé stessi o per danneggiare altre persone.

Differenza tra Ecstasy e Liquid Ecstasy

L’Ecstasy normale è a base di una sostanza anfetaminica denominata MDMA. Il Liquid Ecstasy a base di GHB provoca gli stessi effetti: rilassamento, tranquillità ed euforia, provoca dipendenza, la prescrizione medica è infatti seguita da controllo e cura psicoterapeutica. Il GHB si presenta come polvere bianca cristallina, molti la scambiano per un’altra tipologia di stupefacente simile alla cocaina chiamata Crystal Meth (metanfetamina). Il GHB trasformato in liquido si può mischiare facilmente agli alcolici, il sovra-dosaggio crea vertigini, nausea e capogiro.

Iole Di Cristofalo
Web Writer professionista e blog reporter. Mi occupo di scrittura creativa e professionale dal 2010. Ho seguito corsi di giornalismo e webcopy. Allieva LUA, Libera Università Autobiografia, per il corso di Giornalismo biografico. Ho partecipato a Workshop narrativi dedicati allo Storytelling auto e biografico. Dog sitter professionista come secondo lavoro e educatrice cinofila per hobby (sto studiando per diventarlo davvero ;) )
Potrebbero interessarti anche