Locri: Maxi operazione contro la ‘ndrangheta

I carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato 108 persone

Scattato questa mattina 3 maggio, un maxi blitz nei confronti delle cosche della Locride. Il ROS e il Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria, con il supporto dei Comandi Provinciali Carabinieri di Catanzaro, Vibo Valentia, Pescara, Milano, Salerno, Catania, Savona, Bologna, Vicenza, L’Aquila, Ancona, Roma, Cagliari, degli Squadroni Eliportati Cacciatori di Calabria, Puglia e Sicilia, nonché del 8° Nucleo Elicotteri e del Nucleo Cinofili di Vibo Valentia, hanno eseguito delle misure cautelari nei confronti di 108 persone.

Nello specifico si tratta di quattro provvedimenti collegati tra loro ed emessi dall’Ufficio GIP del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia guidata dal dott. Giovanni Bombardieri. L’operazione, denominata “Eureka” ha colpito in particolare le cosche di ‘ndrangheta Nirta-Strangio di San Luca e Morabito di Africo.  

- Advertisement -

Delle 108 persone indagate, 85 sono finite in carcere

Grazie all’inchiesta, infatti, i magistrati sono riusciti a ricostruire la rete di fiancheggiatori dell’ex latitante e narcoboss Rocco Morabito detto “Tamunga”. Delle 108 persone indagate, 85 sono finite in carcere con accuse di vario genere. Tra queste ci sono: associazione mafiosa, traffico internazionale di droga con l’aggravante di transnazionalità e di ingente quantità, traffico di armi (anche da guerra), concorso esterno, procurata inosservanza di pena, favoreggiamento, trasferimento fraudolento e riciclaggio.

Regali per stupire i bambini: esperienze che alimentano la curiosità e...

Quando si pensa a regali per i bambini, si è soliti considerare oggetti materiali, spesso dimenticando l'inestimabile valore delle esperienze che, oltre a stupire,...