Loretta Goggi sulla rivoluzione in tv: “Dovrebbe valere solo la meritocrazia”

Loretta Goggi sulla rivoluzione in tv: "In 60 anni ne ho visti di ribaltoni. Dovrebbe valere solo la meritocrazia"

Loretta Goggi cavalca l’onda del successo ormai da tantissimi anni. Ha debuttato in radio molto giovane, poi è approdata in tv e al teatro dimostrando d’avere un talento unico. Oggi è parte della giuria di Tale e quale show e ha recentemente condotto Benedetta Primavera, show di successo a lei dedicato.

Intervistata da Repubblica Loretta Goggi ha commentato i recenti cambiamenti in Rai e a Mediaset, rivoluzioni che non la preoccupano affatto e che dopo 60 anni di carriera non la sorprendono: “Lo sa in 60 anni quanti direttori e presidenti ho visto cambiare? Non mi metto a fare discorsi sull’occupazione, di destra o di sinistra, ci sono corsi e ricorsi. Penso che dovrebbe valere una sola regola: la meritocrazia“, ha dichiarato la showgirl che è convinta che solo chi merita dovrebbe avere l’opportunità d’esprimersi.

- Advertisement -

La Goggi non si spiega neanche l’esigenza di Pier Silvio Berlusconi d’eliminare tutto il trash dalla tv. Stravolgere un programma come il Grande Fratello Vip significa denaturalizzarlo: “Mi chiedo: se era trash, perché non ci ha pensato prima? E se il Grande fratello diventa un’altra cosa, ha ancora senso?”. Loretta ha rivelato anche che nella sua lunga carriera ha sempre fatto le scelte che desiderava, tuttavia di due cose si pente: “Sì che mi sono pentita, ben due volte. La prima quando con mio marito Gianni Brezza abbiamo fatto Via Teulada 66, dopo i fagioli di Raffaella Carrà volevano cambiare il mezzogiorno: c’erano stati lei, la Bonaccorti, Magalli. Arriviamo noi e il clima si ribalta, basta fagioli e allegria: parlavamo di tragedie, malattie, cose serie. E la seconda quando Maurizio Costanzo per San Valentino, mi convinse a fare Innamorati pazzi.”

Loretta Goggi, cosa pensa di Giorgia Meloni e Eli Schlein

La storica showgirl non ha esitato a rivelare cosa pensa di Giorgia Meloni e di Ellie Schlein, i due volti politici e opposti del governo italiano: “Giorgia Meloni lasciamola lavorare. Fa politica da sempre. Però sui diritti io non si torna indietro.

- Advertisement -

Le famiglie hanno il diritto di essere libere, non puoi dire alle persone come vivere, chi amare, come crescere i figli. Abbiamo fatto tante battaglie, tanti passi avanti: la libertà è sacra” Infine il giudizio sul segretario del Pd: “Non la conosco ma sarebbe bello che la sinistra parlasse a tutti, non la capisco tanto quando parla. Poi basta attaccare l’avversario.