Lucca: multato per aver provveduto a chiudere una buca per strada

Francesco Gargani ha provveduto a coprire una buca nella careggiata e per questo è stato 'ringraziato' con una multa di 871 euro. Causale: lavori non autorizzati.

Lucca. L’imprenditore Francesco Gargani ha provveduto a far chiudere una buca presente nella carreggiata (strada comunale) nei pressi dell’ingresso del capannone della sua azienda in via Martini.

Tale falla nella pavimentazione, come spiegato da Gargani alle autorità competenti nonché alla trasmissione Mattino Cinque che l’ha intervistato, aveva anche provocato la caduta di un suo dipendente a cui avevano diagnosticato una prognosi di 7 giorni e con relativa apertura di pratica Inail di infortunio.

- Advertisement -

Questa fossa era stata realizzata (anni fa) dalla Gesam per il contenimento delle tubature di gas di un condominio ubicato lì vicino. Però, una volta posizionati i tubi, Gesam non si è più preoccupata di chiudere questa buca.

Ebbene, Gargani si è preso questo onere e ha provveduto a far eseguire questa riparazione.

- Advertisement -

Pavimentazione ripristinata e, di tutta risposta, riceve un verbale di 871 euro dal Comune di Lucca con la causale “lavori non autorizzati.

Gargani ha dichiarato che presenterà ricorso verso questo verbale, non intende pagare la multa, anzi, chiederà un risarcimento danni al Comune per i danni fisici ed economici.

- Advertisement -

Infatti, l’infortunio del dipendente è costato alla sua azienda un corrispettivo corrispondente a cinque giornate di lavoro quantificabili in oltre 1.000 euro.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.