Mantova: Scuola rifiuta una ragazza autistica, genitori ricorrono al Tar per discriminazione

autismo

Una ragazza autistica è stata rifiutata dalla scuola a Poggio Rusco, a Mantova, la giustificazione e che “Mancano gli spazi”, i genitori ricorrono al Tar

Succede a Mantova dove una ragazza autistica di 17 anni, inabile, è stata rifiutata dalla scuola a Poggio Rusco, nel mantovano. La decisione del preside trova come giustificazione il fatto che non ci siano spazi adeguati per la sicurezza della stessa giovane, ma i genitori della ragazza, parlano di una vera e propria discriminazione nei confronti della loro figlia e ricorrono al Tar di brescia.

La decisione del tribunale sarà emessa il 30 settembre, nei confronti dell’istituto Alberghiero Greggiati di Poggio Rusco.

Loading...

La vicenda

L’istituto Alberghiero è attualmente sotto processo per il procedimento amministrativo di un ‘eventuale discriminazione compiuta nei riguardi della studentessa affetta da autismo. La scuola in nome del preside Giordano Pachera, dichiara che alla ragazza è stata respinta  l’iscrizione per i seguenti motivi:

”per mancanza di spazi adeguati e perché non possiamo garantire la sicurezza necessaria. Abbiamo due classi senza aula e quella degli insegnanti è stata adibita a magazzino. Ho detto di no perché sono preoccupato delle condizioni della ragazza. Ce la siamo trovata iscritta nonostante gli accordi presi con i suoi insegnanti di sostegno e la sua famiglia. E poi la ragazza non ha mai conseguito il diploma di terza media”

La famiglia della 17enne, non accetta tali giustificazioni e parla di una vera e propria discriminazione ingiustificata nei confronti della propria figlia. Inoltre la giovane abita a pochi metri dall’istituto Alberghiero, che accoglie attualmente oltre 600 alunni tra cui 62 affetti da handicap. I genitori della ragazza chiedono come evidenziato nella denuncia al Tar di Brescia, come mai sono stati accettati ben 62 giovani affetti da handicap provenienti da altre località, mentre la loro figlia residente a Poggio sia stata rifiutata.

Autismo

definito Sindrome di Kanner, è considerato un disturbo neuro-psichiatrico che interessa la funzione cerebrale; la persona affetta da tale patologia ha un comportamento tipico di non integrazione sociale e relazionale nella comunicazione. Attualmente le cause sono ancora sconosciute.

Gli autistici mostrano poco interesse e interazione di relazionare con gli altri; tendono ad isolarsi e alla chiusura sociale. Stati di iperattività e mancanza di sguardo diretto con le altre persone.

Diagnosi precoce

I ricercatori dell’Università di Toronto sono riusciti attraverso un test a diagnosticare precocemente l’autismo. Tramite la magnetoencefalografia (MEG) (che riesce a misurare i campi magnetici generati dagli impulsi elettrici prodotti dai neuroni, con un’affidabilità del 94%)