Mara Venier quarantena tra cibo e buon umore

Mara Venier protagonista dei social racconta la sua quotidianità in tempi di pandemia: vive molto la sua casa, il marito e cucina tanto

Protagonista di una Domenica in riadattata per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, Mara Venier non ha perso il suo buon umore nonostante la reclusione a casa le ha portato qualche chilo in più. Come gran parte degli italiani anche la popolare conduttrice si è dedicata alla cucina e ovviamente a mangiare non nel modo in cui è abituata.

Mara Venier si diverte a raccontare la sua quotidianità sul suo profilo Instagram e il marito Nicola Carraro ironizza sui suoi modi di fare, mettendo in evidenza tutto il buon umore della conduttrice, caratteristica apprezzata dai followers che non esitano a manifestare il loro appoggio. Intervistata dal programma radiofonico Un Giorno da Pecora Mara ha rivelato di provare un certo disagio a condurre Domenica In tutta sola:

- Advertisement -

“Sono completamente sola con una piccola squadra che mi sostiene moralmente, all’inizio non è stato semplice. Mi trucco a casa, mi faccio i capelli a casa. In Rai i reparti sono chiusi, è anche giusto cosi”. Mara ha rivelato d’essere ingrassata 8 kg e anche se quotidianamente si ripropone di fare movimento fisico, anche solo camminare sul terrazzo, l’aspettativa è sempre disattesa.

Mara Venier e la riscoperta della convivenza forzata con Nicola Carraro

Mara Venier non nega d’aver riscoperto una convivenza con Nicola Carraro, non erano abituati a stare così tanto insieme eppure sono riusciti a trovare il loro spazi grazie anche ad una casa molto spaziosa: “Anche la convivenza è pesante, ragazzi. Ci sono due letture, quella di chi è lontano e quella di coloro che vivono insieme. Io non ne posso più, in generale. Pure la convivenza stretta, per chi non è abituato, alla lunga diventa pesante.” La conduttrice resta anche nel periodo di pandemia un personaggio apprezzato, ma soprattutto positivo e pieno d’entusiasmo e questo è decisamente importante per il pubblico in un momento drammatico come quello che il mondo sta vivendo.

- Advertisement -