Marina Marzia Brambilla è la nuova Rettrice dell’Università statale di Milano

E' la prima volta che una donna riveste questo ruolo. Brambilla guiderà l'ateneo per i prossimi sei anni

Alla guida dell’ateneo milanese ora e almeno per i prossimi sei anni, c’è una donna. Si chiama Marina Marzia Brambilla. Era già prorettrice delegata ai Servizi per la Didattica degli studenti e si è aggiudicata la cattedra con 1.651 voti favorevoli contro i 1.644 ricevuti dal Luca solari.

Il primo commento a caldo della Dott.ssa Brambilla dopo l’annuncio del risultato è stato ci sono voluti 100 anni ma ce l’abbiamo fatta“.

- Advertisement -

Sì, perché questo evento cade in un anno molto speciale per l’Università Statale di Milano in quanto l’ateneo festeggia i 100 anni della sua fondazione.

Conosciamo più da vicino la neo-rettrice.

- Advertisement -

Marina Marzia Brambillla è professoressa di linguistica tedesca, presiede il centro linguistico di Ateneo – SLAM e anche l’Osservatorio per il diritto allo studio di cui è anche co-fondatrice. Inoltre, è referente della rete PNRR Orientamento e delegata del Comitato dei Rettori delle Università Lombarde. In aggiunta a tutto questo, è anche rappresentante dell’ateneo presso i consorzi CISIA e Almalaurea. Dal 2012 al 2014 è stata delegata del rettore per l’Erasmus e dal 2014 al 2018 lo è stata per Orientamento e Placement.

Un curriculum di tutto rispetto insomma.

- Advertisement -

Tra gli obiettivi della Dott.ssa Brambilla per i prossimi sei anni c’è lo sviluppo del welfare che lei non intende solo come sinonimo di benessere personale e sociale, ma anche come crescita formativa ed economica.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.