Masha e Orso nasce da una fiaba russa: storia e curiosità

Ecco la vera storia da cui è tratta la serie animata Masha e Orso e le curiosità

Conoscete Masha e Orso? Chiunque ha a che fare con un bambino sa perfettamente di chi stiamo parlando, due buffi personaggi di una serie animata per i più piccoli. Inoltre, i buffi visi della bimba e dell’orso sono anche stampate su numerosi articoli di merchandising. Ma voi conoscete la vera storia che si cela dietro al racconto animato?

La vera storia di Masha e Orso nasce da una fiaba russa

La vera storia dalla quale le avventure animate di Masha e Orso sono tratte, fa parte della tradizione folkloristica russa. Masha (chiamata Mashenka) in questa storia, è una bambina che vive con i nonni e decide di avventurarsi nel bosco, intenta a cercare funghi e altre prelibatezze della natura, insieme alle sue amiche. I nonni raccomandano alla piccola di non allontanarsi dagli amici, ma Masha dopo essersi spinta troppo in là si perde e cerca riparo in una casetta abbandonata nel bosco, in realtà lo era solo in apparenza poiché nella casa appare un inquilino particolare.

Si tratta di un grande orso che obbliga la bambina non solo a restare lì con lui ma a occuparsi delle faccende domestiche, pulire casa e persino cucinare. Masha terrorizzata decide di obbedire per non essere mangiata, ma nel frattempo studia il modo di fuggire.

Masha riesce a scappare e tornare dai nonni

Per scappare, l’astuta bambina escogita uno stratagemma: chiede il permesso di portare dei dolci ai nonni, ma l’orso decide di portare lui stesso le torte preparate dalle manine della bimba.

Masha avverte l’orso di non toccare i dolci e che lo controllerà salendo sull’albero di quercia, con abilità la piccola riesce a nascondersi all’interno del cestino. Mentre Orso si avvia per strada più volte è tentato di aprire il cesto, ma Masha ogni volta urla di non farlo, lui convinto che la piccola lo controllasse da lontano non apre il cestino. Giunto sulla porta della casa dei nonni, i cani posti a guardia fanno scappare l’orso e consentono alla bambina di uscire dalla cesta e riabbracciare finalmente i suoi nonni.

Il racconto vuole promuovere la capacità di correggere i propri errori senza dover ricorrere all’aiuto degli altri. La protagonista della storia, infatti, disobbedisce ai suoi nonni allontanandosi troppo, e pagandone le conseguenze. Tuttavia, pentita del suo gesto, Masha cerca una via d’uscita. La favola Masha e l’orso insegnano coraggio, intraprendenza, ingegnosità, astuzia, cautela e attenzione.

In realtà il cartone animato Masha e Orso che noi conosciamo inverte i ruoli dei due protagonisti. Masha dai capelli biondi appare nelle vesti di una bambina viziata che tratta spesso male Orso e ne combina di tutti i colori. Mentre Orso appare dolce e quasi succube della piccola, l’accontenta in tutto senza mai arrabbiarsi.

La storia originale in questo video

Curiosità sul cartone animato Masha e Orso

  • Come è arrivato in Italia Masha e Orso? Il merito è di alcune mamme che hanno trovato su youtube il cartone animato tanto amato oggi dai piccoli.
  • Secondo la società di ricerca Synovate Comcon, nel 2014 “Masha and the Bear” è stato il cartone animato più popolare tra i bambini di 4-9 anni in Russia. 
  • Nel 2014 e nel 2016, la query “Masha e l’Orso” è stata la più cercata sul motore di ricerca Yandex.
  • Sono stati realizzati dei francobolli dedicati alla serie animata “Masha e Orso”
  • Masha and the Bear è uno dei 5 cartoni animati più conosciuti in Europa. In Italia, nel periodo 2014-2015, la serie animata è diventata la più popolare. 
  • Un record lo raggiunge il canale RAI YoYo, dove circa 800 mila spettatori guardano il cartone contemporaneamente.
  • Nel 2017, il canale in lingua russa Masha e Orso su YouTube ha ricevuto il pulsante diamante per aver superato il milione di abbonati. Nel 2019, lo stesso pulsante è apparso sui canali inglese e ispanici.
  • La serie Masha Plus Porridge è stata inclusa nel Guinness dei primati come il video animato più visto su YouTube . L’episodio per il 2018 è stato uno dei cinque contenuti più visti sul sito e ha ottenuto oltre 3,4 miliardi di visualizzazioni