Microonde: 11 cibi che non vanno cucinati al suo interno

Il microonde è tra gli elettrodomestici più utilizzati: ma quali sono i cibi e gli alimenti che è meglio non cucinare al suo interno?

Il microonde è sicuramente l’elettrodomestico che negli ultimi decenni ha rivoluzionato il modo di cucinare di molte donne lavoratrici e non. La sua funzionalità permette di ridurre in tempo di cottura oltre che riscaldare in pochi secondi e anche scongelare. Certo è che ci sono alcuni cibi e alimenti che è meglio non cuocere al microonde e questo perchè perderebbero le loro proprietà nutritive oltre che sapore e gusto.

Tra i cibi che è meglio non cuocere al microonde ci sono:

Le patate sono un alimento molto comune che si presta a vari tipo di cottura. E’ noto che quando le patate sono cotte e vengono lasciate a temperatura ambiente possono sviluppare alcuni batteri il cui abbattimento non sembra certo in microonde il che comporterebbe dei problemi di salute. Anche i funghi è meglio evitare di riscaldarli al microonde anche perchè la loro composizione li porta a deteriorarsi in breve tempo dando anche spazio alla proliferazione dei batteri.

- Advertisement -

Per quanto riguarda la frutta congelata è consigliabile riportarla a temperatura ambiente in modo naturale, metterla in microonde potrebbe comportare la comparsa di sostanze cancerogene.

Molto frequente è utilizzare il mircoonde per scaldare il biberon, cosa da non fare sia che si tratti di latte materno o artificiale per due motivi: il primo è la possibilità che si presentino dei batteri e l’altro di non accorgersi quanto sia caldo il latte e rischiare di bruciare la bocca del piccolo.

- Advertisement -

Pollo, uova e riso meglio non cucinarli nel microonde

Anche il pollo, le uova e il riso è meglio non cucinarli nel microonde e in alcuni casi è anche opportuno evitare di riscaldarli. Il motivo comune riguarda ovviamente l’eventuale presenza di batteri che non vengono eliminati e abbattuti con le onde del microonde quindi per tutelare la salute è preferibile la cottura tradizionale.

Infine non sono alimenti che si coniugano con la cottura in microonde il peperoncino che può perdere a causa delle onde magnetiche la sua caratteristica piccante e anche il sedano, gli asparagi e gli spinaci che sono verdure a foglia verde contengono un’alta concentrazione di nitrato che se esposto a raggi ultravioletti può diventare cancerogeno.