Modena: figlia accoltella i genitori, sono in gravi condizioni

I due sono stati operati e sono ricoverati in terapia intensiva. Anche la 35enne è in ospedale, piantonata in stato di fermo

Una donna di 35  anni  ha accoltellato i genitori nel  primo pomeriggio di ieri intorno alle 13,30 a Piumazzo una frazione in provincia di Modena.

Un raptus violento

E’ accaduto al civico 26 di via Ciro Menotti, al secondo piano di una moderna palazzina a due passi dal centro. La donna in preda ad un raptus violento e incontrollabile si è scagliata contro i genitori anziani Gino e Novella, 79 anni lui, 77 lei appena compiuti, al culmine di una lite colpendoli con diverse coltellate. Ha impugnato il coltello da cucina e, con la punta, ha colpito ripetutamente entrambi i genitori che, nonostante le ferite (in particolare sul petto e al collo) hanno chiesto aiuto in particolare è stata  la donna di 77 anni ad avere la forza di uscire di casa e ad urlare dal pianerottolo richiamando i vicini.  La figlia  è rimasta poi all’interno dell’appartamento imbrattato di sangue, con la porta blindata chiusa alle spalle.

Elena Gherardi,  è da ieri in stato di fermo per duplice tentato omicidio, piantonata nel reparto ‘Diagnosi e cura’ dell’ospedale di Baggiovara. Lo stesso ospedale dove i genitori sono ricoverati in gravissime condizioni. 

La donna è stata trovata in stato confusionale, secondo gli inquirenti sembra che soffrisse di problemi psichici, si trovava in cura, era seguita dai servizi sociali. Ma nessuno sospettava un simile epilogo. I genitori hanno avuto la forza di gridare aiuto attirando i vicini. I sanitari del 118 accorsi in breve tempo insieme ai carabinieri intervenuti con 3 mezzi sono riusciti ad entrare dal balcone, la donna non apriva si era barricata all’interno dell’appartamento.

Prognosi riservata per i genitori

I due genitori conosciuti in paese hanno riportato gravi ferite soprattutto nel petto e nel collo, entrambi sono stati subito operati dai chirurghi vascolari uniti all’equipe medica specialisti di Otorinolaringoiatria viste le ferite sotto la mandibola. Operazioni riuscite ma che comunque non consentono di sciogliere la prognosi. Entrambi sono ricoverati in terapia intensiva.

Sul posto i carabinieri hanno effettuato i rilievi per la scientifica. Si attendono gli esami, presente il maresciallo della caserma di Castelfranco, il comandante del nucleo investigativo di Modena Paolo Bigi (dell’inchiesta si occupa il pm De Santis). e la polizia municipale. La donna era conosciuta già alle forze dell’ordine per diverbi di altra natura. L’altra figlia della coppia di 51 anni avvisata dai carabinieri è rimasta sotto shock senza rilasciare alcuna dichiarazione. In paese si stava festeggiando il carnevale a pochi metri di distanza,  una festa che non ha risparmiato la tragedia.

 

 

Potrebbero interessarti anche