Mondiali Brasile 2014: il mercato della prostituzione si organizza

brasile

Sale l’attesa per i  mondiali Brasile 2014 che si svolgeranno tra il 12 giugno e il 13 luglio in Brasile e il fermento coinvolge un mercato sempre molto prospero: la prostituzione.
L’allarme è già stato lanciato da Amnesty International, che da sempre si occupa dei diritti umani e sembra che sia tutt’altro che infondato. I controlli sono abbastanza stringenti in occasione dei mondiali Brasile 2014, infatti, nelle località balneari la polizia ha già fermato migliaia di ragazze tra i 12 e i 17 anni trovate a prostituirsi per pochi spiccioli, si parla di cifre come tre euro. Dove la fame e la povertà dilagano, insieme alla violenza, questi fenomeni diventano a dir poco feroci. Per contrastare ancora di più presso gli aeroporti sono distribuiti volantini che incoraggiano i turisti  che arrivano per i mondiali Brasile 2014 a denunciare eventuali contatti con prostitute.

Iniziative commerciali mondiali Brasile 2014
Mentre le autorità sembrano contrastare questo odioso fenomeno che coinvolge molti adolescenti di entrambi i sessi, vittime di veri e propri pedofili, alcune iniziative curiose messe in atto per i mondiali calcio 2014 fanno parlare. La prima è dell’associazione di prostitute Minas Gerais organizza a Belo Horizonte corsi gratuiti di inglese basico, un modo per riuscire a venire meglio incontro alle esigenze dei turisti che si calcola arriveranno soprattutto da Stati Uniti, Germania e Argentina. Il corso prevede anche l’insegnamento di termini inerenti la professione.
A capire l’elevato business relativo alla prostituzione che gira intorno ai mondiali calcio 2014 anche una banca pubblica, la Caixa Economical Federal che ha stretto un accordo con le prostitute al fine di permettere il pagamento delle prestazioni con carte di credito o bancomat, tramite un pos mobile di cui le prostitute saranno dotate. La lodevole iniziativa serve a tenere i clienti al sicuro dai malviventi perché potranno girare senza contanti in luoghi poco sicuri ed, inoltre, vi sarà tutela anche per le prostitute che non dovranno pagare la percentuale a locali o addirittura poliziotti. Probabile che questa iniziativa non coinvolga i minori… Il pos mobile però apre interrogativi importanti sulla privacy e sulle tante mogli e compagne che hanno il fiuto da investigatore.mascotte-mondiali-calcio-brasile-2014
Dai tre euro dei ragazzini si passa poi alla prostituzione di lusso e le garotas de programa (prostitute) a Rio e San Paolo ricevono in appartamenti di lusso dotati anche di terme, le cui tariffe sono intorno ai 100 – 200 euro. Visto che la prostituzione in Brasile è anche ben organizzata, è possibile con un piccolo sforzo su internet trovare guide alla prostituzione in Brasile.
Se questo è il fermento intorno ai mondiali Brasile 2014 , diverso è il caso degli affitti per il periodo del mondiale, infatti, sembra che gli alberghi stiano facendo fatica ad affittare le stanze per il periodo del mondiale e addirittura abbiano dovuto ribassare i prezzi, probabilmente molto dipenderà anche dall’andamento delle partite e dalle eliminazioni delle prime partite che smuoveranno il settore in vista delle partite finali.

Loading...

Il dramma della prostituzione in Brasile: documentari
La prostituzione è un vero e proprio dramma, non solo in occasione dei mondiali Brasile 2014, dovuto soprattutto alla povertà, basta dire che in Brasile vi sono circa 50.000 omicidi l’anno e l’80% coinvolgono ragazzi tra i 15/24 anni e numerosi sono i documentari realizzati per denunciare il sistema di sfruttamento minorile, tra essi “Casa de menor- l’altra faccia del Brasile” firmato da Davide Scalenghe e “gli Angeli del Brasile” firmato da Pietro Orsetti.
Non sono all’oscuro del problemi i vertici della Fifa che hanno nominato i calciatori Kakà e Juninho come testimonial dei mondiali Brasile 2014 contro il coinvolgimento dei minori nella prostituzione.