Mourinho, comico e stratega.

Soccer - Jose Mourinho File Photo

Appare così Josè Mourinho, allenatore dei “Blues”, ai teleschermi nel post partita di Manchester City – Chelsea: sereno, esilarante e con una battuta sempre pronta.

E’ un Mourinho soddisfatto dopo  la vittoria di misura del suo Chelsea per 1 a 0 nella sfida che vale un campionato contro i rivali “Citizens”. E’ riuscito a sconfiggere un avversario ostico che aveva sempre vinto in questa stagione nella proprie mura. Con una tattica attendista e con la prova maiuscola di un Eden Hazard in forma smagliante, Mourinho è stato autore di un capolavoro. Ai microfoni inglesi afferma: “La mia squadra è come un puledro che gareggia insieme a due cavalli di razza (Manchester City e Arsenal). Ma a guidarla non sono io!“. Vedendo i giornalisti pietrificati il portoghese sorride e dice: “E’ opera di Billy il massaggiatore” Billy? “Sì, lui ha dato la carica ai ragazzi. Non so cosa abbia detto, urlava qualcosa in scozzese ma era incomprensibile. Poi ho visto i ragazzi pieni di determinazione che applaudivano e ho immaginato che avesse detto cose belle e va bene così.”

Loading...

http://www.youtube.com/watch?v=zeNLyZu8jrY

Insomma mai banale l’ex interista che nel bene o nel male, lascia parlare di se’, diverte e vince. Questo Chelsea ha tutto per poter conquistare il titolo, ma Mourinho mantiene un profilo basso e afferma che la sua squadra è in un  anno di transizione e di crescita, ancora non pronta a vincere.” Vista la partita di ieri, sembrerebbe il contrario. Scaramanzia o esagerata modestia?