Napoli, bimba di 2 anni ricoverata per assunzione di droga

Il padre custodiva in casa 2,3 grammi di hashish per consumo personale

Nella notte tra lunedì e martedì 24 gennaio una bambina di quasi due anni è finita in ospedale sotto osservazione per la sospetta assunzione di sostanze stupefacenti; nello specifico, di hashish.

La bimba abita a Giugliano in Campania (NA). Ieri sera si trovava a casa con suo padre, un 33enne italiano. Ad un certo punto la bambina ha iniziato ad accusare una certa sonnolenza; non rispondeva ai richiami e continuava a “crollare”. Il padre, insospettito dai sintomi, ha chiamato i soccorsi, spiegando che la bambina poteva avere assunto droga, che il genitore custodiva in casa.

- Advertisement -

I sanitari del 118 hanno accompagnato la piccola al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Santobono, dov’è rimasta tutta la notte in osservazione. Non sarebbe in pericolo di vita. Per lei una diagnosi di due giorni

Nel frattempo, all’alba i carabinieri di Giugliano sono tornati nell’abitazione della bambina, che è stata perquisita. All’interno i militari hanno rinvenuto 2,3 grammi di hashish, che è stato sequestrato. La sostanza, un derivato dalla Cannabis, può provocare nausea, vomito, vertigini e tachicardia.

- Advertisement -

Il padre è stato denunciato per lesioni personali e segnalato alla prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti. E’ probabile che siano anche informati i servizi sociali territoriali.

Regali per stupire i bambini: esperienze che alimentano la curiosità e...

Quando si pensa a regali per i bambini, si è soliti considerare oggetti materiali, spesso dimenticando l'inestimabile valore delle esperienze che, oltre a stupire,...