Napoli: una bambina di 3 anni è grave. Ustionata con acqua bollente

La bambina si trova ricoverata in ospedale in pericolo di vita a causa delle infezioni provocate dalle ustioni

Acerra (Napoli). Una bambina di 3 anni originaria del Burkina Faso si è accidentalmente rovesciata addosso l’acqua che stava bollendo sui fornelli.

Dalla prime testimonianze raccolte dai Carabinieri parlando con i genitori, sembrerebbe un puro e semplice incidente domestico, anche se grave, in quanto la bambina di 3 anni è riuscita ad accedere ai fornelli della cucina evidentemente perché non sotto la stretta sorveglianza dei genitori.

- Advertisement -

L’incidente risale a ieri sera intorno alle 19. I genitori della bambina, una coppia originaria del Burkina Faso, 31 anni lei e 39 lui, l’hanno immediatamente portata al pronto soccorso di Frattamaggiore. Qui gli operatori sanitari, constatata la gravità delle ustioni, hanno immeditatamente disposto il trasferimento della piccola al Santobono di Napoli.

La bambina è grave in quanto presenta ustioni di secondo tipo sul 45% del corpo.

- Advertisement -

Da ieri sera si trova dunque ricoverata presso il reparto di terapia intensiva del Santobono di Napoli in prognosi riservata.

La piccola paziente dovrà rimanere in terapia intensiva almeno fino a domani per quando, salvo complicanze, è stato programmato di sottoporla a un delicato intervento chirurgico per asportarle la pelle ustionata e medicare e coprire le gravi ustioni riportate per il contatto con l’acqua bollente.