Oggi compie 45 anni!

    Il padre della telefonia mobile nel 1973 mostrava la sua invenzione a tutto il mondo.

    Riuscireste a vivere senza cellulare?
    Il suo creatore non si pose tale quesito.  Era il 3 aprile del 1973 quando Martin Cooper fece la sua prima telefonata “senza fili” da un cellulare creato interamente da lui. Telefonò in primis al suo rivale. Si trattava del ricercatore Joel Engel della Bell Labs. Martin gli disse fiero:

    “Noi della Motorola ce l’abbiamo fatta, la telefonia cellulare è una realtà!”

    L’idea della creazione a suo dire dava il merito ad uno spunto dalla visione della sua serie preferita Star Trek. Il padre della telefonia mobile nel 1973 mostrava la sua invenzione a tutto il mondo. Martin aveva 45 anni ed era fiero e nervoso.

    Loading...

    Il nome della “creatura” tecnologica fu Dyna-Tac. Pesava 1 kg e mezzo. La batteria durava 30 minuti e nel ricaricarla necessitavano 10 ore.

    Se oggi il cellulare avesse tale caratteristica, rimarrebbe chiuso nel cassetto. Abituati alla tecnologia che avanza di anno in anno, ci si aspetta che abbia prestazioni di volta in volta più elevate. Dapprima i prezzi di un tale appetibile oggetto non erano alla portata di tutti, ma dopo decenni di ricerche è diventato uno strumento accessibile a tutte le tasche. La scelta dell’oggetto tecnologico per l’acquirente oramai è contesa tra i vari marchi che propongono una prestazione fotografica sempre più raffinata.

    Dal 2007 in poi la meraviglia arrivò con l’Internet sui cellulari. A distanza di 45 anni questo fenomeno tecnologico è sempre in evoluzione. Ma se ci si soffermasse ad osservarne il suo utilizzo, ne risulterebbe che tale oggetto ci ha letteralmente cambiato la vita. Basta osservare due persone qualsiasi sedute al tavolino di un bar, chiacchierano oppure hanno gli occhi incollati sul proprio cellulare?

    Potrebbero interessarti anche