Omicidio Ilenia Fabbri: la figlia si costituisce parte civile contro il padre

La figlia Arianna Nanni si costituisce parte civile contro il padre nel processo che si terrà a breve.

Chiesto il giudizio immediato per i due assassini di Ilenia Fabbri, la donna brutalmente assassinata nella sua abitazione all’inizio di quest’anno. A ucciderla un sicario, Pierluigi Barbieri, (noto anche come “Lo Zingaro”) presumibilmente ingaggiato dal marito Claudio Nanni.

Nanni ha però sino ad ora negato di aver commissionato l’omicidio della moglie. Secondo l’uomo, infatti, sarebbe stato Barbieri a prendere deliberatamente questa decisione, quando gli accordi erano diversi. “Volevo solo spaventarla”, ha sempre riferito Nanni. Ma dalle indagini emerse dagli inquirenti, dai messaggi scambiati tra i due, e dalle dinamiche della vicenda, le cose sembrerebbero stare diversamente, secondo la procura.

- Advertisement -

A breve il Gip dovrebbe emettere il decreto con la data di avvio del processo davanti alla Corte di Assise di Ravenna.

Ora, la figlia 21enne Arianna Nanni ha deciso che si costituirà parte civile nel processo che si aprirà contro il padre.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.