Omicido Ercolano, parla la moglie dell’assassino: “Chiedo scusa”

"Da mamma so come ci si può sentire a non veder tornare a casa i propri figli, chiedo perdono. Mio marito deve pagare"

La moglie di Vincenzo Palumbo, il trasportatore che ha ucciso due giovani fermi nella loro auto davanti casa sua dopo averli scambiati per ladri, chiede perdono tra le lacrime. “Chiedo scusa, chiedo scusa alle famiglie. Mio marito non doveva fare quello che ha fatto”.

Poi aggiunge: “Ha sbagliato e deve pagare. Perché ha tolto dei figli alle loro mamme e io che sono mamma posso capire cosa significa non rivedere più due figli che erano usciti di casa”

- Advertisement -

I due giovani sono stati raggiunti da due proiettili alla testa: uno è morto sul colpo, l’altro dopo qualche minuto.

Domani, alle 15,30, officiati da don Mimmo Battaglia, arcivescovo di Napoli, si terranno i funerali nella Chiesa di San Ciro di Portici. Il sindaco Enzo Cuomo ha proclamato il lutto cittadino, proclamato anche un minuto di silenzio in tutte le scuole: “Le attività commerciali e produttive – scrive il sindaco – sono invitate a manifestare o esporre in forma libera segni di adesione al lutto cittadino”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.