Panificio da incubo a Milano

Il cibo tra incuria e abbandono

Un vero e proprio panificio da incubo, è quello scoperto dai Carabinieri del NAS in un panificio di Via Guerzoni a Milano; nel quale si produceva pane destinato ai venditori di kebab.

Il panificio, adibito anche a laboratorio di produzione e luogo di vendita all’ingrosso, era gestito da una società riconducibile a un egiziano di 44 anni che è stato prontamente arrestato per gravi violazioni della pulizia e amministrative.

- Advertisement -

Panificio da incubo a Milano

All’interno del locale sono stati trovati vari piccioni, escrementi di ratti, ragni, pane ed impasto non correttamente immagazzinati e non solo. Muri sudici, l’ambiente pieno di cattivi odori di pane e altri ingredienti andati a male.

Tutto era lasciato all’abbandono e all’incuria; non erano rispettate le minime norme di sicurezza e si lavorava il pane in un ambiente sporco dalle condizioni a dir poco pessime. Per chi avrebbe mangiato quel pane il rischio di contrarre gravi infezioni alimentari era altissimo, e le conseguenze potevano essere fatali, un attentato vero e proprio alla salute umana.

- Advertisement -

Sono stati sequestrati:

Sono stati subito sequestrati 14 sacchi di crusca da 25 chili, 11 sacchi di farina da 25 chili, 17 sacchi di farina da 50 chili con all’interno vari parassiti e 200 confezioni non correttamente etichettate di pane per un peso complessivo di 100 chili. L’attività è stata subito sospesa e chiusa.