Parità tra Italia ed Inghilterra 1-1 il risultato finale

inghilterra

Nel giorno del suo ritorno allo Juventus Stadium, Antonio Conte  viene accolto con un lungo applauso prorogato successivamente quando alla lettura delle formazioni azzurre, lo speaker ha letto il nome del tecnico.

Sedata con un saluto, alla presenza del presidente della FIGC Carlo Tavecchio, anche la polemica dei giorni scorsi  tra Andrea Agnelli e Antonio Conte.

Loading...

L’Italia parte con Buffon, Ranocchia, Bonucci, Chiellini, Florenzi, Parolo, Valdifiori, Soriano, Darmian, Pelle’, Eder.

L’Inghilterra con Hart; Clyne, Smalling, Jagielka, Gibbs, Jones, Delph, Walcott, Rooney, Henderson e Kane.

Primi 15 minuti equilibrati con l’Italia che gestisce la partita ed amministra l’Inghilterra che attende gli azzurri; qualche minuto dopo azione pericolosa di Darmian che in fuga sulla sinistra impegna Hart.

Al 20′ traversa di Rooney su suggerimento di Kane.

Al 29′ GOL DI PELLE’ l’attaccante azzurro raccoglie il cross di Chiellini e con un preciso colpo di testa dal vertice dell’area beffa Hart.

L’Italia va a riposo convincendo nei primi 45′.

Nel secondo tempo subito un cambio per l’Inghilterra dentro Walker per Clyne.

al 50′ Italia pericolosa con Graziano Pellè ma Hart si fa trovare pronto.

al 54′ opportunità dell’Inghilterra con Gibbs che sfiora il pareggio.

Nei primi 20′ del secondo tempo le squadre si equivalgono con l’Inghilterra che spinge sull’acceleratore costringendo l’Italia in più occasioni nella sua trequarti.

L’Inghilterra insiste ed al 72′ conclusione ravvicinata ma centrale di Rooney che non sorprende Buffon  e due minuti dopo zampata dello stesso Rooney fuori di pochissimo.

L’atteggiamento aggressivo dell’Inghilterra paga al 79′ quando un gran GOL DI TOWSEND pareggia il conto allo Juventus Stadium. Un minuto dopo l’Inghilterra ancora pericolosa con il solito Rooney ed il solito Buffon che nega il vantaggio inglese.

Non si fa attendere  la reazione degli azzurri con Antonelli che sfiora il palo alla sinistra di Hart.

Negli ultimi minuti della partita motli capovolgimenti di fronte ma il risultato non cambia ed al triplice fischio il tabellone indica 1-1 tra Italia ed Inghilterra.

Nonostante il secondo pareggio consecutivo l’Italia ha costruito molto sfiorando in più occasioni il doppio vantaggio. Di sicuro un Italia più combattiva che è cresciuta motlo sia dal punto di vista del gioco che del carattere.