Perdere Facebook è brutto, ma perdere WhatsApp è peggio

Chi ne ha giovato con l'interruzione di Facebook, WhatsApp è Instagram?

Nel caos dell’interruzione di Facebook è facile perdere di vista la portata dell’azienda. Non essere in grado di pubblicare una nuova foto su Instagram è un fastidio, ma non è necessariamente catastrofico. Tuttavia, per gli utenti di WhatsApp, soprattutto al di fuori degli Stati Uniti, perdere il servizio di messaggistica crittografata di Facebook è stato un cambiamento drastico.

Nel febbraio dello scorso anno, WhatsApp ha annunciato di avere 2 miliardi di utenti in tutto il mondo, ed è facile vedere quante vite tocca l’App di messaggistica. È diventato il metodo predefinito per contattare persone in molti paesi, inclusi circa 400 milioni di utenti mensili unici in India. Ciò va oltre la comunicazione occasionale: WhatsApp è anche focalizzato sul diventare uno strumento fondamentale per il business. L’app accetta già pagamenti in-app in Brasile e India. Inoltre, WhatsApp ha affermato nell’ottobre 2020 che 175 milioni di persone nel mondo usava la sua app per inviare messaggi alle aziende ogni giorno.

- Advertisement -

WhatsApp inattivo ha significato che le chiamate e i messaggi ad amici e familiari sono rimaste senza risposta, così come le richieste del servizio clienti e le informazioni organizzative vitali non divulgate. L’app di messaggistica è spesso anche uno dei tanti strumenti che gli organizzatori usano per condurre manifestazioni e proteste.

Un’interruzione di WhatsApp è un grosso problema per le persone, ma un vantaggio per le app di messaggistica crittografate concorrenti. Tra cui ricordiamo: Signal, Telegram e, almeno negli Stati Uniti, iMessage, sono coloro che hanno tratto vantaggi quando Facebook e WhatsApp non funzionavano.

- Advertisement -

Le iscrizioni sono in aumento su Signal (benvenuti a tutti!). Sappiamo anche cosa vuol dire lavorare duramente durante un’interruzione e auguriamo il meglio agli ingegneri che lavorano per riportare il servizio sulle altre piattaforme #lunedì

La società non è stata in grado di rivelare le specifiche cifre, ma ha detto che Signal stava raggiungendo livelli alti di nuove iscrizioni, “alla pari con gennaio di quest’anno”.  Il mese nel quale WhatsApp lanciò la sua controversa nuova politica sulla privacy per i messaggi aziendali e Facebook venne preso di mira per il ruolo che avrebbe giocato nelle rivolte del 6 gennaio al Campidoglio.

- Advertisement -

Facebook sta ripristinando i suoi servizi, ci vorrà tempo prima di poter davvero sapere a quante persone l’interruzione di Facebook ha portato un impatto negativo.

Lorita Russo
Lorita Russo
Social media specialist, Seo Specialist, specializzata in tecnologia, scienza e cucina. Sono un influencer e reviewer, amante della lettura umanistica e dei problemi sociali. Ho un sito di cucina Facili idee e il gruppo Facebook che conta ben 150 mila follower