Pisa: psichiatra picchiata da paziente

Una paziente ricoverata in TSO nell'ospedale Santa Chiara di Pisa ha brutalmente aggredito all'improvviso la sua psichiatra. Poi si è scusata.

E’ giunta stamattina la notizia di quanto accaduto pochi giorni fa nel reparto psichiatrico dell’ospedale Santa Chiara di Pisa.

Durante il turno di notte, una paziente, ricoverata per TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio), ha improvvisamente aggredito la dottoressa afferrandola per le spalle nel corridoio. La paziente ha gettato violentemente a terra la dottoressa per poi graffiarle il volto e colpirla ripetutamente con calci.

- Advertisement -

La psichiatra è stata salvata dall’intervento di alcuni infermieri accorsi sentendo le grida delle due donne. Ha diverse contusioni sul corpo e una prognosi di 7 giorni.

Passato questo momento di furia improvvisa, la paziente si è scusata per l’accaduto.

- Advertisement -

Sono stati momenti terribili, ha dichiarato la vittima, anche perché questo fatto ha riportato alla mente di tutti i medici e gli infermieri del Santa Chiara quanto successo un anno fa alla D.ssa Barbara Capovani. Anche lei era psichiatra e il 21 aprile 2023 fu aggredita da una paziente. Però finì in tragedia perché la D.ssa Capovani morì.

Angelo Cerù, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Toscana Nord Ovest, ha affermato che il problema della sicurezza in psichiatria rimane, purtroppo, una ferita aperta. Episodi del genere non dovrebbero verificarsi, certo, tuttavia non è di facile attuazione il controllo totale su questa tipologia di pazienti. E’ stato introdotto il pulsante anti-aggressione in molte strutture e ambulatori, ma non è chiaramente sufficiente per portare alla soglia di rischio zero.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.