Reddito di emergenza a gennaio, a chi spetta il pagamento e possibile proroga

Reddito di emergenza, ecco tutte le notizie aggiornate sulla quinta mensilità di gennaio, l'ultima per molti contribuenti. Il Ministro del lavoro ha parlato della richiesta di una proroga collegata anche al decreto Ristori. Vediamo meglio i dettagli

A gennaio 2021, l’Inps pagherà come negli altri mesi il reddito di emergenza a chi ne ha fatto domanda e ne ha diritto. Il suo valore varia dai 400 agli 800 euro ed è stato un importo utile per molte famiglie in difficoltà. La nuova mensilità arriverà a metà giugno, come abbiamo scritto si tratta della quinta rata.

Spetta ai richiedenti che hanno presentato la domanda entro fine novembre e a chi ha ricevuto il quarto importo a dicembre. Non sono previsti altri pagamenti a chi ha ricevuto i due accrediti automatici, infatti l’aiuto è solo temporaneo.

- Advertisement -

Reddito di emergenza, ricordiamo come funziona e quanto vale

Il reddito di emergenza è un aiuto importantissimo per chi non è coperto da ammortizzatori sociali e dai bonus previsti per il Covid-19 in un periodo storico che ha costretto aziende e attività commerciali a fermarsi per un lungo periodo di tempo.
Hanno potuto beneficiare del reddito di emergenza i lavoratori a chiamata, i precari, gli irregolari, i disoccupati con NAspi e Dis-coss scaduti, i lavoratori intermittenti.

Il REM (sigla che indica Reddito di Emergenza) si calcola in base al numero dei componenti del nucleo famigliare. L’importo va dagli 800 ai 1600 euro corrisposto mensilmente fino a quando la somma destinata non finisce.

- Advertisement -

Proroga e altri sussidi

Tutti i beneficiari in difficoltà si staranno chiedendo se il Reddito di Emergenza sarà prorogato. Ebbene le intenzioni del governo sono quelle, il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ha parlato di novità collegate al decreto Ristori 5, inoltre, la manovra di scostamento del bilancio serve proprio a portare altre risorse da destinare ad aiuti economici per imprese e famiglie in difficoltà.

Metteremo altre risorse sul Reddito di Cittadinanza” ha dichiarato il ministro del lavoro “tra 800 milioni e 1 miliardo. Le domande sono salite del 25% dopo la pandemia. Il reddito di emergenza se occorre lo ripristineremo”. Il numero di persone che hanno richiesto le 4 mensilità sono 700.000.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter