Reggio Emilia: incendio in un palazzo, due vittime

38 gli intossicati, grave una bambina

Due persone sono morte e 38 sono rimaste ferite nell’incendio che si è sviluppato in uno scantinato di un palazzo a Reggio Emilia. Tra i feriti anche alcuni bimbi. Alcuni si trovano attualmente in camera iperbarica. Di questi, due adulti e una bambina sono stati trasferiti a Fidenza ed è previsto il rientro all’Arcispedale di Reggio Emilia in giornata.

I vigili del fuoco intervenuti sul posto hanno domato l’incendio intorno alle 5 del mattino, secondo una prima ricostruzione il fuoco si sarebbe sviluppato dalle cantine e il fumo denso si è propagato in tutto il vano scale lasciando cosi i soggetti senza via di fuga. Le operazioni di evacuazione sono state difficili ha spiegato un vigile del fuoco “perché è stato impossibile utilizzare il vano scala”. Ora l’incendio risulta domato e si attende la bonifica dei locali per “avere elementi che facciano risalire alla causa” scatenante delle fiamme.

Le due vittime di origine nordafricana marito e moglie sono state trovate sulle scale mentre tentavano di fuggire intossicati dal fumo. Abitavano da anni nell’edificio. Un vicino di casa Ivan di 27 anni ha raccontato “Ho visto la casa riempirsi di fumo, non si poteva respirare. Allora ho dato l’allarme ai vigili del fuoco”, “Ho preso uno straccio umido e me lo sono messo davanti alla bocca – aggiunge -. Poi sono scappato per le scale. Era tutto nero, non si vedeva niente. Qui fuori ho visto i morti”.

Loading...
Potrebbero interessarti anche