Repubblica Ceca, sparatoria in ospedale sei morti

Il killer ha ucciso sei persone poi si è suicidato

Una strage è avvenuta questa mattina in un ospedale di Ostrava nel nord-est della Repubblica Ceca, dove un uomo dopo aver ucciso sei persone si è suicidato. 

L’uomo ha ucciso 6 persone e poi si è suicidato

L’uomo un 42enne acceccato dalla morte del figlio appena nato, preso dalla follia ha cominciato a sparare all’impazzata intorno alle 7 del mattino uccidendo 6 persone tutti pazienti che attendevano in sala d’attesa nell’ospedale. Immediatamente le forze dell’ordine sono intervenute.  Sono stati i media locali a diramare la notizia secondo cui la moglie avrebbe perso il bebè neonato proprio in quella struttura. Sui social si sono susseguite le informazioni in tempo reale, postate dalla polizia al ministro degli Interni. 

Dopo la sparatoria e la fuga l’uomo con le ore contate e con la polizia dietro dopo aver rintracciato la macchina, si è sparato con un colpo di pistola alla testa. L’omicida di nome Ctirad V., “si era messo in testa di essere gravemente malato e che nessuno volesse curarlo“, ha detto all’emittente della Radio ceca Ales Zygula, responsabile della ditta di costruzione per la quale l’uomo lavorava. Il ministro degli Interni Jan Hamacek, ha dichiarato “Sfortunatamente, l’attacco ha causato diverse vittime“. La polizia ha confermato sei vittime e due feriti.