Roberta Siragusa, arrestato il fidanzato

Arrestato il fidanzato, ma il giovane dice: "Sono innocente"

Il fidanzato di Roberta Siragusa, la giovane ritrovata morta in un burrone la notte tra sabato e domenica, è stato arrestato.

Ieri mattina all’alba, il giovane si era recato in caserma a Termini Imerese e aveva condotto le forze dell’ordine nel luogo in cui si trovava il cadavere. Secondo le primissime indiscrezioni, si era detto che il ragazzo avesse confessato l’omicidio. Ma, poche ore dopo, l’avvocato del giovane aveva smentito: “Il mio assistito non ha confessato, è innocente“, aggiungendo anche il giovane non fosse neppure indagato: “Non ho ricevuto notizia alcuna circa la sua iscrizione nel registro degli indagati“, avrebbe detto.

- Advertisement -

Ma questa mattina, per il giovane, sono scattate le manette: il giovane è accusato di omicidio volontario.

Secondo quanto riportato dal Messaggero, i genitori di Roberta, non trovando la figlia nella sua stanza alle prime luci dell’alba, hanno provato a chiamare il ragazzo, che però non ha risposto. Poco dopo il ragazzo si è recato in caserma assieme al padre, e insieme hanno condotto le forze dell’ordine nel luogo in cui si trovava il corpo di Roberta.

- Advertisement -

Durante il sopralluogo, riferiscono i presenti, tra padre e figlio vi era una forte tensione. Intanto, si stanno passando al setaccio le riprese delle telecamere situate nelle stazioni di servizio nei paraggi, per capire se il giovane possa aver preso la tanica di benzina con cui poi ha dato fuoco al cadavere di Roberta.

Intanto, dai racconti di amici, emerge un quadro inquietante della personalità del giovane: era accecato dalla gelosia per Roberta, litigavano spesso in maniera violenta e la sera della sua morte Roberta aveva un occhio nero.

- Advertisement -

Ora il giovane dal carcere proclama la sua innocenza.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.