Roma: arrestato arcivescovo Jozef Wesolowski, rischia 7 anni per abusi su minori, per volontà del Papa

Józef-Wesołowski

L’arcivescovo polacco Jozef Wesolowski, 66 anni, sotto inchiesta per pedofilia, è stato arrestato oggi in Vaticano, attualmente si trova agli arresti domiciliari. Rischia attualmente una pena tra i 6 e i 7 anni di carcere

L’arresto è avvenuto nelle mura del vaticano verso le 17,00, lo ha reso noto il Tg de La 7, trattenuto in una cella in Vaticano, secondo le indicazioni di Papa Francesco.

Gli abusi sessuali perpetrati da Wesolowki sarebbero avvenuti a Santo Domingo, dove il prelato adescava bambini per abusarne, e dava in cambio di denaro.

Loading...

La conferma dell’arresto è arrivata da padre Federico Lombardi: “L’iniziativa assunta dagli organi giudiziari dello Stato è conseguente alla volontà espressa del Papa, affinché un caso così grave e delicato venga affrontato senza ritardi, con il giusto e necessario rigore, con assunzione piena di responsabilità da parte delle istituzioni che fanno capo alla Santa Sede”.

Padre Lombardi ribadisce

”Arrestato per volontà del Papa, a suo carico per gravi fatti di abuso a danni di minori avvenuti nella Repubblica Dominicana”

Wesolowski, già condannato dalla canonica di primo grado che lo aveva ridotto allo stato laicale dall’ex Sant’Uffizio per abusi sessuali su minori, è stato arrestato questo pomeriggio, avendo perso l’immunità diplomatica e processabile penalmente.

A Wesolowski, è stato inviato un avvocato d’ufficio, ma potrà nominarne anche un altro. Sarà processato in base alle norme in vigore prima della riforma penale del 2013, e rischia attualmente una pena tra i 6 e i 7 anni di carcere più eventuali aggravanti.