Roma: bimba ingerisce droga dei genitori e finisce in ospedale

Non è la prima volta che un fatto del genere accade a Roma

Una bambina di appena 11 mesi è stata ricoverata nella terapia intensiva del policlinico Umberto I dopo essere giunta nel plesso ospedaliero accompagnata dai genitori, i quali non riuscivano a svegliarla perchè trovata in uno stato soporifero anomalo.

In seguito i due genitori sono stati denunciati per maltrattamenti in famiglia. La povera bimba è stata ricoverata intorno alle 15 di ieri dai medici del centro ospedaliero universitario. Una volta giunti sul posto, sono stati proprio i genitori a raccontare al personale sanitario e ai poliziotti giunti sul posto che la bambina aveva ingerito una pallina di hashish mentre gattonava all’interno dell’appartamento di famiglia situato a Casal Bruciato.

- Advertisement -

Subito dopo il ricovero della bambina in terapia intensiva, gli agenti della polizia si sono recati nell’abitazione della famiglia per effettuare una perquisizione. Durante il controllo, nell’appartamento sono state rinvenute quantità modiche di stupefacente. Dopo aver informato l’autorità giudiziaria sono partite le indagini coordinate dagli agenti di polizia del commissariato Sant’Ippolito.

Non è la prima volta che un fatto del genere accade a Roma. In passato una bambina di un anno è stata ricoverata al Policlinco Gemelli dopo aver ingerito dell’hashish trovato sul pavimento mentre la madre era intenta a prepararsi uno “spinello”.

- Advertisement -

Anche in quel caso ad accompagnare la bambina in ospedale era stata la madre che aveva raccontato la dinamica ai medici e agli inquirenti dopo che un’analisi aveva dato riscontro positivo rispetto alla presenza di stupefacente nel sangue della piccola.