Roma: droga nascosta in mezzo ai biscotti

La sostanza stupefacente proveniva dall'Iran. Si è calcolato che in 8 mesi sono stati importati almeno 21 kg di shaboo e 3 kg di oppio

L’ultimo escamotage dei trafficanti di droga: nasconderla nelle scatole di biscotti.

Le scatole di biscotti arrivavano in Italia in quanto trasportate da turisti iraniani (a quanto risulta al momento, ignari del vero contenuto delle confezioni).

- Advertisement -

Oggi i Carabinieri della Capitale hanno arrestato per traffico internazionale, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti cinque persone e per un’altra è stato emesso il divieto di dimora.

Le persone finite nell’inchiesta dei Carabinieri sono 13. A capo di questa organizzazione c’era un cittadino iraniano, residente in Italia da 25 anni, che si trovava già agli arresti domiciliari per reati analoghi.

- Advertisement -

L’uomo da casa riusciva a gestire i galoppini, a impartire ordini ai suoi gregari e a concludere affari con i fornitori di shaboo e do oppio che si trovano in Iran.

L’organizzazione aveva un complice in Iran che organizzava le ‘spedizioni’ usufruendo del passaggio di turisti iraniani in transito con destinazione Roma i quali mettevano a disposizione una porzione di spazio all’interno dei loro bagagli (difficile credere che questi viaggiatori non fossero ‘stipendiati’ dall’organizzazione di spacciatori).

- Advertisement -

Tuttavia, la versione al momento risulta essere quella di cittadini per bene che credevano di portare in Italia prodotti della loro terra per connazionali residenti qui.

Quando i passeggeri atterravano a Roma, consegnavano le scatole di biscotti alla madre o alla moglie del capo banda.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.