Roma, la Metro C parte domani nonostante il maltempo e i dubbi

Roma, la Metro C parte domani nonostante il maltempo e i dubbi

La storia infinita della Metro C di Roma potrebbe essere davvero finita. Domani, domenica 9 novembre, alle 10 Marino effettuerà un viaggio sull’unica tratta al momento disponibile tra Pantano e Centocelle. Il servizio però verrà erogato già all’alba, a partire dalle 5.30. L’apertura sarebbe dovuta avvenire già il mese scorso, ma il Apertura metro C il 9 novembre 2014
ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti stoppò tutto avanzando dubbi sulla sicurezza. Altri dubbi sono emersi nelle ultime ore inseguito alla notizia di infiltrazioni d’acqua causate dal maltempo: ‘nulla di significativo’, hanno assicurato dal Campidoglio. Su Facebook il sindaco Ignazio Marino esulta rivendicando questa apertura come una vittoria personale.

Il servizio al momento sarà dato con il contagocce, con un treno ogni 12 minuti. La tempistica verrà drasticamente ridotta una volta che saranno aperte le tratte fino a Lodi prima, e San Giovanni poi. Qui però i tempi diventano incerti: se per Lodi si parla di estate 2015, per San Giovanni si preannuncia un’attesa di un ulteriore anno. Eppure sarebbe proprio la tratta a partire da San Giovanni per finire a Clodio/Mazzini quella più utile per smaltire il traffico di turisti. In mezzo ci sarebbero infatti le fermate presso il Colosseo, piazza Venezia e San Pietro.

Loading...

I lavori per la terza linea metropolitana della Capitale sono iniziati nel 2007, ma il progetto è ben più vecchio. Dobbiamo risalire agli anni Novanta. Il progetto originario voleva che i lavori terminassero in occasione del giubileo del 2000. Vista l’enormità dell’afflusso di visitatori durante quel periodo, certo avrebbe fatto comodo. Così come la conclusione dei lavori farebbe comodo oggi per rendere più agile lo spostamento dei residenti e dei visitatori di Roma.

Nato nel 1986 a Carate Brianza (MB) ma cresciuto in Sicilia. Ha studiato Editoria e Scrittura alla Sapienza di Roma laureandosi con una tesi dedicata al giornalismo culturale de 'la Repubblica'. Coltiva molti interessi fra cultura, politica e sport. Crede nel valore del libero confronto fra idee e mette tutto il suo impegno nel sostenerlo.
Potrebbero interessarti anche