Roma: nasce il pronto intervento AMA per i rifiuti

Sono attesi tempi di risposta brevi alle segnalazioni

Il nuovo contratto di servizio tra AMA e Roma Capitale cambia le carte in tavola, la società dovrà procedere con un  limite di quattro ore per l’intervento a seguito di segnalazioni di vigili urbani, polizia di Stato, carabinieri e vigili del fuoco.

Questa parte del nuovo contratto di servizio nasce per rispondere alle previsioni dell’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera) che nel Testo unico emanato nel 2022 impone proprio questa prescrizione.

- Advertisement -

Ama dovrà quindi occuparsi di intervenire entro quattro ore dalla segnalazione di rifiuti abbandonati o bruciati che creano pericolo o invadono la carreggiata, ma anche per raddrizzare cassonetti ribaltati e per rimuovere amianto lasciato su aree pubbliche. 

Nel caso in cui per rimuovere tutto il materiale fosse necessario più tempo, dopo aver messo in sicurezza l’area Ama avrà 15 giorni per completare l’attività. Proprio in previsione di queste modifiche, Ama ha previsto l’introduzione di un servizio di pronto intervento attivo H24 per rispondere alle tantissime esigenze che un territorio molto esteso e complesso come quello della Capitale richiede.

- Advertisement -

Una modifica che però, per diventare realmente effettiva, dovrà essere passato al vaglio dell’approvazione dei Municipi, i quali hanno chiesto al Campidoglio una proroga di 20 giorni per elaborare un parere.