Selvaggia Lucarelli difende il figlio: ecco come sono andati i fatti

Selvaggia Lucarelli ha difeso il figlio sui social e non solo dopo l'episodio critico di contestazione a Matteo Salvini avvenuto ieri a Milano

Selvaggia Lucarelli
Photocredit Selvaggia Lucarelli Instagram

Coinvolto in contestazioni politiche Leon il figlio di Selvaggia Lucarelli e Laerte Pappalardo, è stato difeso sul web dalla mamma che ha voluto spiegare cosa è successo durante una visita a Milano di Matteo Salvini. L’egocentrica blogger ma anche giornalista ha usato i canali più popolari per chiarire la situazione e proteggere il figlio da eventuali speculazioni e critiche d’informazione.

Selvaggia Lucarelli ha scritto su TPI come si sono svolti i fatti. Uscita come al solito con il figlio per fare colazione nel loro posto di routine ha avvertito poco lontano da dove si trovava delle agitazioni, si è avvicinata e c’era Matteo Salvini. Con molta tranquillità ha fatto notare al leader politico che nonostante l’assembramento da lui provocato non indossava la mascherina. Salvini non ha risposto, la Lucarelli è stata però contestata dai sostenitori della Lega.

L’intervento di Leon è stato immediato. il ragazzo si è avvicinato al leader e gli ha espressamente detto cosa pensa di lui: “Volevo ringraziarla per il suo governo omofobo e razzista”. Anche qui Salvini ha evitato la polemica, e Leon è stato immediatamente allontanato dagli addetti ai lavori.

Selvaggia Lucarelli: “Cercare d’intimidirlo è stato squallido”

Selvaggia Lucarelli come solita fare ha rivelato che il ragazzo è stato intimidito dal tutto il contesto e dai personaggi che ruotano intorno a Salvini e questo è stato davvero squallido. Poi la giornalista ha ringraziato la Lega per aver pubblicato la foto con il figlio, almeno lui aveva la mascherina: “Ringrazio la pagina ufficiale Lega-Slavini premier per aver pubblicato la foto di Leon, 15 anni, con la mascherina. Chissà che Salvini, vedendo che riesce a farlo pure un adolescente, non impari a mettersela”.