Serena Enardu, vittima di un atto vandalico: cosa è successo?

Serena Enardu rivela si Instagram d'aver subito un atto vile grave: qualcuno ha bruciato la sua auto spera sia solo un gesto vandalico

Protagonista insieme alla sorella Elga, Serena Enardu è da qualche giorno sulle prime pagine di tutti i magazine online per un episodio davvero increscioso che ha fatto rivoltare il web. Le due gemelle Enardu sono state associate al simbolo nazista e questo ha procurato un immediata reazione della rete. Ovviamente Serena si è immediatamente scusata e ha pubblicato un video dove ammette d’aver peccato d’ingenuità e troppa leggerezza.

Evidentemente l’episodio davvero non commentabile ne ha oscurato un altro che si è verificato a ridosso della triste polemica. L’ex tronista ha infatti reso noto che il 12 Agosto la sua auto è stata incendiata, Serena non parla di un atto mirato nei suoi confronti e magari reazionario all’episodio della svastica ma si riferisce ad un semplice atto vandalico.

- Advertisement -

La Enardu ha anche spiegato perchè ha deciso di parlarne sui social, spera che qualcuno abbia visto qualcosa e possa riferire all’autorità: “E’ successo il 12 agosto. Avrei preferito non divulgare l’informazione per non allarmare i parenti, ma vuoi o non vuoi sono uscite e voglio dire le cose per come sono successe. Non mi piace fare la vittima anche se qualcuno prova a farmi fare la vittima. Vorrei solo chiedere se le persone che abitano in quella zona lì se dalle 14.30 ha visto qualcosa di sospetto mentre quella merda ha compiuto l’atto vandalico.

Serena Enardu: “Non suppongo sia un atto mirato nei miei confronti”

Serena Enardu vuole chiarire che non pensa affatto che l’incendio della sua auto sia un atto mirato nei suoi confronti, non vuole pensare che sia una ripercussione dovuta agli ultimi scatti pubblicati in rete che l’hanno fatta apparire vicina all’apologia nazista, si augura solo sia stato un atto vile:

- Advertisement -

“Non ho supposto niente e non ho ipotizzato che sia un atto mirato nei miei confronti bensì solo un atto vandalico e vile che va punito. Voglio ringraziare il signore che è intervenuto con l’estintore tempestivamente e ha evitato una tragedia pazzesca”.