Serie A: Benvenuti alla settima

Serie-A

Siamo ormai alle porte della settima giornata del campionato dell’ esaltazione-demolizione. Momenti di entusiasmo eccessivo, di proclami e celebrazioni, trasformati dal match successivo in depressione,avvilimento e umiliazione. E’ stato cosi’ per la Samp di Zenga, prima tesserata del partito dei volubili, alla quale si e’ affiancato il Napoli di Sarri; troppo facile salire ora su un carro cosi’ bello a vedersi, se fino a poche settimane si criticava una squadra incapace di battere un  rimaneggiatissimo Empoli. Adesso e’ la volta della Roma di Garcia, del quale, molti chiedono la testa, esattamente gli stessi che  consideravano i giallorossi straordinari e prima candidati alla vittoria del tricolore dopo la splendida vittoria con la Juve fatta di intensita’ e gioco. Fin’ora questo gioco al massacro post-sconfitta ha mietuto una sola vittima, il povero Castori ,reo di aver subito sconfitte con Fiorentina , Inter e Roma, e strappato “solo” pareggi con Napoli e Palermo. Un paesino di 70000 anime, non avrebbe potuto vivere la sua folle avventura in Serie A,cosi’ con leggerezza? Questo splendido sogno non si sarebbe potuto affrontare con tutti i grandi uomini che hanno partorito il miracolo,mister compreso ? Beh da quello che si e’ speso sul mercato, e dalle varie dichiarazioni l’intenzione sembrava proprio quella, ma evidentemente perdere a Roma contro una squadra che ha speso 10 volte quello che hai speso tu non e’ sopportabile… Ma questa e’ un’ altra storia!

 

Loading...

Proprio il Carpi dell’ex Castori, aprira’  quest’interessantissima giornata del campionato di Serie A. Il nuovo tecnico, Sannino, sara’impegnato in casa alle 18:00 di Sabato contro un Toro che sta vivendo la sua favola, e non vuole smettere di sognare. I Romagnoli  si affidano alla “verve” di Borriello e Matos. Ventura sempre piu’ povero di difensori, probabilmente lancera’ il gallo Belotti dal primo minuto.

 

Alle 20:45 di Sabato andra’ in scena un derby di Verona che mai probabilmente ha visto le due compagini cosi’ lontane in classifica. Un Chievo a ridosso della zona Europa puntera’ sui soliti Meggiorini e Paloschi. Dall’altra parte un Verona privo di Toni,cerca in Pazzini l’uomo per risollevarsi dalle zone buie della classifica.

 

La giornata di Domenica si aprira’ con il lunch match delle 12:30 tra l’Empoli e il Sassuolo degli imbattibili. Un Empoli in fase calante e privo del gioiellino Saponara squalificato, provera’ a far fronte agli emiliani facendo “all in” su Maccarone. La banda di di Francesco dalla sua ha l’imbarazzo della scelta.Certi del posto Berardi e l’ottimo Defrel ammirato in queste ultime giornate.

 

Questi gli appuntamenti di Domenica alle 15:00:

 

Roma di scena a Palermo, per riconquistare piazza e risultati. Ancora fuori Totti e Dzeko, ci saranno Iago Falque, Gervinho e Salah nel tridente offensivo , ancora escluso un depresso Iturbe. Probabile il ritorno di Castan in difesa. Vazquez e Gilardino proveranno a colpire i giallorossi in contropiede.

 

A Genova contro la Samp ci sara’ l’Inter di Mancini, pronta a riprendersi dopo la lezione di calcio inflitta dalla Fiorentina. Dubbio Muriel per Zenga, non in perfette condizioni fisiche il colombiano. Mancini risponde con Ljajic in avanti per sostituire l’infortunato Jovetic,attenzione al possibile innesto dal primo minuto di Biabiany in caso di 4231.

 

Udinese-Genoa, sara’ la sfida che potrebbe finalmente rilanciare Toto’ Di Natale. Dopo l’infortunio di Zapata,infatti, lo scugnizzo trentasettenne e’ pronto al primo goal nel nuovo stadio. Dall’altra parte Gasperini risponde con il suo tridente ideale, Capel, Pavoletti, Perotti.

 

Domenica alle 18:00:

 

La Juve signora d’Europa, provera’ a ritrovare certezze anche in campionato contro un traballante Bologna. Poverta’ assoluta di terzini destri, sara’ adattato Barzagli o si giochera’ a tre. Confermatissimi Cuadrado e Morata, ballottaggio Dybala-Zaza. Un Bologna in crisi di risultati e gioco, puntera’ sul tridente Brienza, Destro, Mounier.

 

Lazio -Frosinone, e’ derby, non sentitissimo, ma pur sempre di derby si tratta. Pioli ritrova finalmente Candreva, in attacco potrebbe spuntarla Djordevic su Matri e Keita. I ciociari rispondono con un Dionisi in gran forma affiancato dal colosso Ciofani.

 

Domenica alle 20:45:

 

La Fiorentina capolista  attende in casa un Atalanta in ottima forma. Certi del posto i mattatori dell’Inter Ilicic e Kalinic. I bergamaschi galvanizzati dalla vittoria sulla Samp, non faranno certo a meno dei piccoletti in grande spolvero Gomez e Moralez.

 

Chiude la giornata ,il big match Milan-Napoli. I rossoneri dovranno quasi sicuramente fare a meno di Balotelli colpito da un affaticamento muscolare,dunque spazio a Luiz Adriano e Bacca. A centrocampo previsto il rientro di Bertolacci. Nello splendido Napoli delle ultime uscite non si puo’ piu’ fare a meno di Jorginho. Sarri non cambia neanche  il collaudatissimo tridente d’attacco Callejon Insigne Higuain.

 

Ora sediamoci e GodiamocelA!

 

Alessandro Vita