Stamina, il ministero della salute dice stop alla sperimentazione

stamina

Il Metodo Stamina è stato bloccato con un decreto del Ministero della salute, si chiude definitivamente la sperimentazione. Il nuovo comitato scientifico ha decretato negativamente il protocollo di Davide Vannoni, inventore del metodo.

Il parere negativo è stato espresso da tutto il Comitato scientifico che ha annunciato che nel metodo Stamina non sussistono le condizioni per l’inizio di una sperimentazione, il motivo principale è che si metterebbe a repentaglio la sicurezza del paziente.

Loading...

Il ministro Lorenzin ha affermato che sarebbe stata lieta se la cura avesse funzionato per le tantissime famiglie che vi si erano affidate, ma non c’è cura, quindi è stato giusto bloccarla. Per i malati in cura agli Spedali di Brescia bisognerà aspettare il giudizio del Tar della Lombardia, che arriverà a novembre.

Motivi dello stop alla sperimentazione Stamina:

Primo: “inadeguata descrizione del metodo” dovuta all’assenza della spiegazione del differenziamento delle cellule. Secondo: “insufficiente definizione del prodotto”, le cellule che dovrebbero essere iniettati nei pazienti non sono descritte in maniera corretta e non sono state dimostrate le loro proprietà biologiche.

Terzo: “potenziali rischi” per i pazienti, poichè i donatori delle cellule non subiscono test e screening per escludere il rischio di malattie trasmissibili.

Quarto: “altri rischi di fenomeni di sensibilizzazione anche gravi (come l’ encefalomielite) dovuti alle ripetute somministrazioni, previste dal protocollo stamina.

Vannoni risponde “È il ministro ad essere pericoloso per i malati, proseguirò all’estero”. Le associazioni che difendono i malati gravissimi, annunciano: “Denunceremo Lorenzin e Letta alla corte dell’Aja per crimini contro l’umanità”.

Potrebbero interessarti anche