Svolta improvvisa in casa Inter: esonerato Mazzarri, ritorna Mancini

1412237102-mazzarri-campo

Svolta clamorosa e improvvisa in casa Inter. Il presidente Thoir, dopo settimane di difese ad oltranza nei confronti di Mazzarri, ha deciso di esonerare il tecnico per far spazio a Roberto Mancini, che è stato convinto ad accettare l’incarico da Massimo Moratti. La trattativa con il tecnico di Jesi è in dirittura d’arrivo con la firma che potrebbe arrivare nelle prossime ore o, al massimo, domani. Per Roberto Mancini si tratta di un ritorno sulla panchina nerazzurra dopo il periodo dal 2004 al 2008, condito da tre scudetti ( due sul campo e uno assegnato a tavolino per le vicende di calciopoli). La svolta è arrivata la notte scorsa, prima che Thoir partisse per l’Indonesia, ed è già stata comunicata a Walter Mazzarri che quindi lascia l’Inter dopo una sola stagione completa. Per il tecnico toscano si tratta del primo esonero in carriera.

Il rapporto di Mazzarri con l’Inter non è mai decollato. L’anno scorso ha condotto la squadra nerazzurra al quinto posto in classifica con un bottino di quindici vittorie, quindici pareggi e otto sconfitte, riuscendo a centrare la qualificazione in Europa League, ma senza mai convincere del tutto. Soprattutto questa stagione, l’Inter era chiamata ad un salto di qualità per tornare finalmente a centrare una qualificazione in Champions League, ma l’inizio di stagione è stato deludente e la squadra sembra addirittura in calo rispetto alla passata stagione. Il bottino, infatti, recita: quattro vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte. Ma il problema principale è che la squadra non è mai riuscita ad esprimere l’identità di gioco voluta dal suo allenatore e all’altezza del terzo posto in classifica posto come obbiettivo dal presidente Thoir, anche per delle questioni economiche.

Loading...

Mancini molto probabilmente arriverà in tempo per dirigere la squadra nel derby in programma domenica 23 novembre, e dovrebbe firmare un contratto di due anni e mezzo. Clamoroso cambio di rotta quindi del presidente Thoir che si pensava avesse concesso altri due turni a Mazzarri per invertire la tendenza negativa di questo inizio di campionato. Il derby, in particolare, era considerato il crocevia decisivo per il proseguo della stagione. Evidentemente l’importanza della partita e le continue pressioni del pubblico nerazzurro, che ha richiesto più volte l’esonero del tecnico, hanno convinto Thoir a prendere questa decisione e a riportare sulla panchina nerazzurra l’allenatore che ha dato il via ai successi dell’Inter che hanno poi portato alla vittoria del “triplete”. A Mancini il compito di dare una scossa alla squadra che nei prossimi due turni di campionato affronterà il derby e la Roma.