Taranto, raptus di follia: padre cerca di uccidere i figli

Un padre taglia la gola al figlio quattordicenne e lancia la figlia di sei anni nel vuoto.

Taranto, raptus di follia

E’ accaduto ieri, nel quartiere Paolo VI di Taranto: un uomo di 49 anni, Luigi Trovatello ha tentato di uccidere, in preda ad un raptus di follia, il figlio quattordicenne e la figlia di sei anni.

L’uomo arrestato dopo essersi barricato in casa, si trova ora dopo l’irruzione dei Carabinieri, presso la Casa Circondariale di Taranto, a disposizione del pubblico ministero, con l’accusa di tentato omicidio aggravato dall’età delle vittime e resistenza a pubblico ufficiale.

Il noto quartiere Paolo VI a Taranto
Raptus di follia nel quartiere di Taranto

Prima si accanisce sul figlio e poi lancia nel vuoto la bambina di 6 anni

Loading...

Disoccupato e con precedenti di maltrattamento familiare, a Luigi Trovatello era già stata tolta la potestà genitoriale. Dopo la difficile separazione dalla moglie, l’uomo poteva frequentare i figli che erano stati affidati alla nonna paterna per il tempo che avrebbero dovuto passare con il padre. Domenica mattina, i figli si trovavano a casa della nonna insieme al padre, intento a discutere violentemente con la madre al telefono. Sembra che la donna esasperata, lo abbia messo davanti alla sua nuova relazione con un altra persona.

Il primo raptus di follia, è contro il figlio di 14 anni :colpito alla gola dalla lama di 15 cm del coltello da cucina, davanti alla presenza della nonna e dello zio, che immediatamente porta il ragazzo al pronto soccorso dell’Ospedale Moscati. Il ragazzo ha una prognosi di 15 giorni, ma è salvo. I medici allertano immediatamente i Carabinieri dell’accaduto, che partono in una corsa disperata verso il quartiere Paolo IV: purtroppo però la follia omicidia dell’uomo non si placa e in quest’arco di tempo, prende la figlia di soli sei anni e la lancia nel vuoto.

Ecco il video: https://www.youtube.com/watch?v=QCvDWxN0eXg

Dopo un volo dal balcone di tre piani, la bambina si trova ora in condizioni gravissime all’ Ospedale Santissima Annunziata:

I medici stanno facendo il possibile dopo un delicatissimo e lungo intervento, ma I traumi riportati dalla bambina sono molto gravi. Si parla di severi traumi cranici e mandibolari con lesioni al fegato troppo estese. La bimba si trova ora nel reparto di rianimazione a lottare tra la vita e la morte.

Il quartiere difficile Paolo VI
Raptus di follia nel tarantino, il” quartiere difficile”.

 

Dopo l’arresto, concluso da parte degli uomini dell’Arma con un irruzione nell’appartamento di Trovatello, si è aperta l’indagine con la raccolta delle prime testimonianze dei vicini di casa e della gente del quartiere presente alla tragedia. Un quartiere difficile quello del Paolo VI dove si consumano nel degrado, storie di ordinaria violenza.

Il fratello dell’uomo, non si da pace e non si spiega cosa possa essere accaduto nella mente di Luigi che con un ira violenta ha commesso l’atroce gesto nei confronti dei figli.

Può un uomo essere capace di mettere in atto questo orrore?

di Monica Ellini

Potrebbero interessarti anche