Tensione in Toscana: scontri a Pisa e Firenze, capo del reparto mobile rimosso

Silvia Conti, in servizio dal 2021, si prepara per un nuovo incarico mentre il ministro Piantedosi si appresta a fornire informazioni cruciali domani

A pochi giorni dagli scontri tra polizia e manifestanti pro-Palestina a Pisa e Firenze, ci sono nuovi aggiornamenti. In particolare, la rimozione dall’incarico di Silvia Conti, dirigente del Reparto Mobile fiorentino, solleva interrogativi sulla gestione dell’ordine pubblico e sulla catena di comando durante gli eventi.

Secondo alcune voci, che al momento non hanno ricevuto conferme ufficiali, la dirigente sarebbe stata sostituita nel suo incarico, soprattutto a causa della gestione del contingente coinvolto negli scontri, utilizzato anche il giorno successivo a Roma.

- Advertisement -

Rimozione di Silvia Conti

Silvia Conti, in servizio dal 2021 e responsabile del Reparto Mobile fiorentino, sarebbe stata rimossa dall’incarico. Non aveva ruoli operativi nella gestione dell’ordine pubblico durante gli eventi, avrebbe solo disposto l’invio delle squadre di agenti richieste dalle due questure, delegando poi la gestione pratica al funzionario locale. Fonti della sicurezza hanno sottolineato che l’avvicendamento era stato programmato prima della manifestazione di Pisa, sollevando dubbi sul tempismo della decisione.

Indagini in corso

Le indagini per ricostruire l’esatta dinamica degli eventi e accertare eventuali responsabilità continuano senza sosta. Gli investigatori analizzano le immagini delle manifestazioni grazie alle riprese da diverse angolazioni e fonti, compresi i video pubblicati sui social media e quelli ottenuti da Digos e Scientifica. Si ipotizzano due reati: lesioni personali aggravate e violenza privata per l’utilizzo non legittimo dei manganelli. Oltre ai manifestanti violenti, l’attenzione si concentra anche sulla catena di comando del dispositivo di ordine pubblico, con l’ipotesi di reato dell’abuso d’ufficio.

- Advertisement -

Informativa del Ministro Piantedosi

Domani, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi terrà un’informativa all’aula della Camera alle ore 11:00. Già intervenuto sui fatti di Pisa e Firenze, il ministro ha espresso il suo turbamento per le immagini degli scontri e ha sottolineato l’importanza di garantire che gli eventi si svolgano in modo pacifico. Anche il premier Meloni ha affrontato il tema nel consiglio dei ministri, ribadendo il sostegno alle manifestazioni pacifiche e sottolineando l’impegno del governo per il rispetto dei diritti democratici.