Tevez, non basta l’avvio col botto: ancora fuori dal giro nazionale

foto tevez

 

Incanta, delizia e mette d’accordo tutti. Carlos Tevez è senza ombra di dubbio l’uomo del momento nel calcio juventino e non, da quando, abbandonate le rive di Manchester, sponda City, è approdato alla corte di Conte per la cifra irrisoria di 9 milioni (circa).

Loading...

Etichettato come un bad boy alla Balotelli, di quelli che hanno talento da vendere ma poca testa per sfondare, l’Apache ha ribaltato contro ogni aspettativa le opinioni creatisi intorno a lui nell’arco dell’estate 2013, dimostrando forza, carattere e mentalità che in pochi altri giocatori del calcio italiano avevamo visto di recente. Competitivo fino allo stremo, altruista e generoso oltre misura, Tevez è stato l’emblema vincente e convincente dell’ultima Juve Contiana, quella del muro marmoreo di 102 punti e dei record insormontabili.

Escluso, senza un apparente motivo valido, dalla lista mondiale di Sabella (le ragioni in realtà ci sono, ma riguardano dispute interne allo spogliatoio) nonostante campagne e proclami del popolo argentino, Carlos ha osservato i compagni di nazionale uscire sconfitti dal Maracanã sul divano o al mare, ripensando a quanto avrebbe potuto fare comodo contro la Germania un giocatore determinante come lui là davanti (specialmente con l’infortunio di Agüero).

Smaltita la delusione e ripresi gli allenamenti con la casacca bianconera, Tevez ha subito recuperato la via del gol che con l’arrivo dell’estate si era interrotta, proponendo una forma fisica ed una condizione mentale ancor migliore della passata stagione. Motivato, poi, dall’arrivo sulla panchina Albiceleste del Tata Martino a spingere per una maglia in nazionale, l’avvio nella nuova annata in serie A e Champions League è stato impressionante: 4 reti, in altrettante partite, più due assist. Decisamente il valore aggiunto della squadra.

Ma se per il mister Allegri la sua presenza nell’undici è assolutamente imprescindibile e per i giornali la sua chiamata con la Seleccion cosa praticamente certa, è arrivata proprio nella tarda mattinata di oggi la notizia che ha lasciato un po’ tutti di sorpresa: Tevez escluso dalla lista di Martino.

Il motivo.. Non si sa. Sarà per il valore che queste partite hanno (amichevoli) o la voglia del neo allenatore di sperimentare volti nuovi, ma una chiamata per l’attaccante bianconero, dopo quasi 40 mesi di esilio dalla nazionale, male non avrebbe fatto. In virtù soprattutto di ciò che sta facendo vedere e delle dichiarazione rilasciate dallo stesso Martino (“se fa le cose bene sarà convocato e indubbiamente sta facendo bene”).

Sicuramente l’argentino riuscirà a trovare i suoi spazi nella squadra del CT ex Barça, ma la scelta di tenerlo ancora fuori, dopo un avvio così prorompente, non potrà far altro che gettare carne sul fuoco. Staremo a vedere.

Potrebbero interessarti anche