The Lady: il capolavoro di Lory Del Santo

guendalina-canessa-attrice-per-lory-del-santo-L-sLStET

Finalmente è tra noi. Dopo l’irresistibile trailer,  l’aspettavamo come si aspetta una guerra batteriologica.  Ed è giunta, fiera, sui nostri schermi. The Lady è la web serie completamente ideata da Lory Del Santo, piena di volti nuovi, giovani e 9 volte su 10, nudi. Eh si perchè The Lady, come ci suggerisce il nome, ha come protagonista un’avvenente ragazza, Lona, ricca, forse vedova ma sicuramente bellissima. Campa di rendita (il milionario marito è scomparso in un incidente, lì dove “scomparso” sta per “non si trova più, nè morto nè vivo”) e di eventi fashion, cool, glamour etc. Lona è l’emblema della Bella Vita, insomma. Ma non solo. La protagonista, quasi sempre in bikini e shorts, ha un fidanzato, un po’ violento, sicuramente geloso e soprattutto talentuoso come un panda addormentato. Il suo fidanzato è impersonato dall’ex tronista Costantino Vitagliano, colui che diede vita alla stirpe dei belli e dannati di Maria De Filippi, colui che incarna il tombeur de femme per eccellenza. Ma qui Costantino supera sè stesso: non accetta i flirt platonici della sua donna e a volte la picchia, per poi chiamarla ed invocare il suo corpo. La solita storia, insomma.

Intanto attorno a questa storia d’amore burrascosa, ruota un mondo bellissimo, fatto di modelle, guardie del corpo e cani; si annoveri infatti “the special guest DOG LEO”, un cagnolino da poltrona, con gli occhi perennemente stupiti e una posa plastica degna di un cane imbalsamato. E se lui è l’ospite d’eccezione, pensate gli altri.

Loading...

Ad ogni modo, The Lady è giunta già alla quarta puntata, sapientemente caricata come le altre, dalla stessa Lory Del Santo sul suo canale youtube. E proprio la quarta puntata vede come protagonista l’irriverente Guendalina Canessa, stella del Grande Fratello e regina della moda del suo condominio. Sua la strepitosa battuta “Amo spendere tanti soldi. Mi eccita”, detta mentre sorseggia un cocktail su una strepitosa terrazza, e goffamente impugna una penna, cercando palesemente di sembrare naturale. No, Guendalina, sii buona, posa quell’aggeggio ed attieniti alle azioni adatte a te.

Intanto il business di Lona continua, tra casting per body guard, modelle, servizi fotografici a giovani ragazze ignude che si cimentano in qualche battuta sul meteo e la giunonica Natalia Bush che si rotola sul letto come una lonza in discesa. Ma passiamo alle location, sempre curatissime e sempre estive (infatti girano tutti a torso nudo, più che una metropoli italiana, sembra un bagno turco). Lona molte volte va a Capri ma ancora più spesso alloggia nel suo attico pieno di servitù rigorosamente asiatica o almeno del Sud. La palestra che frequenta è minimale, a parte il personal trainer che sembra gonfiato ad elio.

Ma la vera forza di The Lady sono le comparse. Aitanti ragazzotti incravattati che per un po’ di sesso con Lona regalerebbero la madre e buona parte dei possedimenti familiari, che si muovono come elefanti in una cristalleria. Il loro doppiaggio poi è meraviglioso: nessuno muove le labbra a tempo, e viceversa nessun doppiatore si preoccupa dell'”attore” (che Proietti, Hollywood e Banderas mi perdonino per questa parola usata a sproposito).

Insomma Lory Del Santo, nella sua ultima e forse anche unica fatica ha dato tutta sè stessa, ha scritturato i migliori attori del panorama italiano, ha montato scene estranee una all’altra e vi ha inserito musiche da porno soft per calcare la mano. Ricordo inoltre che è proprio Lory (la pioniera del toy boy) che ha curato costumi (credo si riferisse proprio a quelli da bagno), fotografia, montaggio e che udite udite ha svolto il ruolo di cameraman. The Lady è la web serie 2014, la web-novela dell’anno, il trash e nello stesso tempo la culla del cinema dei nostri giorni. Non importa come, purchè se ne parli.