Timbravano il cartellino e andavano al bar: arrestati due vigilanti della Reggia di Caserta

Altre quattro persone indagate

Timbravano il cartellino, poi uscivano, per andare al bar o in pizzeria. Giovanni Maiale e Raffaele Narciso, addetti alla vigilanza nella Reggia di Caserta, sono stati arrestati, con obbligo di firma. Le indagini, partite nel 2016, hanno portato alla luce la cattiva condotta dei due: dopo aver vidimato il cartellino, uscivano per commissioni personali, spesso assentandosi per l’intero turno di lavoro, rientrando solo per timbrare l’uscita.
I due sono accusati di truffa aggravata e continuata e false attestazioni sulla presenza in servizio.
Arrestati ma non licenziati, infatti i due indagati hanno l’obbligo di presentarsi, ogni giorno, ad un ufficio di polizia, prima dell’inizio dell’orario lavorativo e subito dopo la sua conclusione, ma sono ancora dipendenti del Monumento Vanvitelliano.
Gli episodi di assenteismo risalgono ai mesi di settembre, ottobre e novembre 2016.
Le indagini sono partite dopo un furto avvenuto nel 2016, durante il quale i due vigilanti non erano presenti sul luogo di lavoro.

Loading...