Trappola abbonamenti mai richiesti sullo smartphone: come difendersi

truffa

Sempre maggiore il numero di consumatori che hanno visto aumentare la propria bolletta telefonica per abbonamenti da loro sottoscritti per  servizi su smartphone quali giochi, oroscopo, meteo, loghi, suonerie ecc..
Il problema è che molti utenti non hanno mai avuto intenzione di sottoscrivere tali abbonamenti anzi, molti non ne hanno avuto contezza fino al momento della bolletta assai salata.
La procedura escogitata dalle società che offrono tali servizi è molto semplice. Durante la navigazione in rete inavvertitamente si clicca su banner pubblicitari con scritto “abbonati” che repentinamente appaiono sui siti visitati, e in un attimo è stato sottoscritto un abbonamento mai richiesto. Il costo è di 5 euro alla settimana che viene applicato fino a quando il consumatore non disattiva il servizio.
E’ chiaramente una pratica estremamente scorretta, ai limiti della truffa, creando un sistema che agevola la sottoscrizione inconsapevole, sottoscrizione, inoltre, che può avvenire anche in modo del tutto involontario: si pensi al caso in cui il banner venga cliccato avendo il cellulare in tasca.
In tutti i casi il risultato è lo stesso: bisogna pagare i servizi mai richiesti.
Non essendoci un vera e propria tutela legale, per difendersi da questa pratica si devono seguire i seguenti punti:

*Controllare l’elenco dei messaggi ricevuti. Se si notano numeri sconosciuti che comunicano l’attivazione di questi abbonamenti, disattivarli immediatamente contattando, o il numero indicato nel sms, o il proprio gestore di telefonia.

Loading...

*Cambiare lo user agent del browser  in modo che venga riconosciuto come un broswer per PC, così si naviga come sul PC di casa con un minore rischio di cadere in questa trappola.

*Contattare il proprio gestore telefonico per il rimborso del costo del servizio.

*Si può chiedere al gestore telefonico il barring, che blocca i messaggi con cui si avvisa della sottoscrizione del servizio premium a pagamento impedendone l’attivazione.

“Sono nato a Napoli, innamorato del meridione e delle sue bellezze. Appassionato di lettura, sport, arte, politica. Amo lo studio del diritto essendo laureato in giurisprudenza. Sempre alla ricerca del confronto con gli altri credendo fermamente nel valore della libera circolazione delle idee e dello scambio di opinioni. Il mio motto: ordine e progresso.”
Potrebbero interessarti anche