Trovate morte le due donne disperse a Fellaria: annegate mentre provavano a salvare il cane

Le due donne si trovavano a Valmalenco per un escursione

Alle 8 di questa mattina sono stati rinvenuti nel torrente Fellaria i corpi senza vita di Rosy Corallo e Veronica Malini, inghiottite ieri a mezzogiorno dal corso d’acqua. I vigili del fuoco di Sondrio e gli esperti del Corpo nazionale del soccorso alpino insieme al Soccorso alpino della Guardia di Finanza, non hanno lasciato un attimo di tregua.

Hanno operato sul terreno di Fellaria, dove le ricerche di due donne smarrite nel torrente proveniente dal ghiacciaio erano state febbrili sin dal giorno precedente a mezzogiorno. Questa mattina, intorno alle 8.30, è stato fatto il primo ritrovamento, seguito mezz’ora dopo dal secondo.

- Advertisement -

Morte per salvare il loro cane

La tragedia si è consumata a un’altitudine di circa 2.500 metri, nella tarda mattinata di mercoledì, poco dopo mezzogiorno. Il cane di Rosa è finito nel torrente Fellaria, che a causa del disgelo e del ghiaccio si era trasformato in un corso d’acqua impetuoso, ripido e costellato di massi e detriti. Non è chiaro se l’animale, di taglia grande, sia scivolato o si sia gettato in cerca di rinfresco, ma ha spinto la sua padrona a tuffarsi nelle gelide acque nel tentativo di salvarlo.

Rosa Corallo, 60 anni, residente a Pescate, e Veronica Malini, 54 anni, di Cernusco Lombardone, avevano intrapreso un’escursione nella Valmalenco mercoledì. Avevano raggiunto il rifugio Bignami e insieme a una guida di montagna erano salite fino al lago che si forma per lo scioglimento del ghiacciaio Fellaria.

- Advertisement -

Le speranze di trovarle vive erano bassissime

Le ricerche sono proseguite per l’intera giornata del 23 agosto. Oltre al considerevole impiego di personale, sono stati utilizzati anche droni ed elicotteri per individuare le due donne.

Già la sera precedente le speranze di rintracciarle vive erano minime. Il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Sondrio ha dichiarato che non si poteva escludere la possibilità che le due amiche fossero finite nella diga.