Trovati i corpi dei due escursionisti nel Pinerolo

Uno è caduto scivolando su una placca di neve, l'altro trovato vicino al rifugio

Sono stati ritrovati i corpi dei due escursionisti dispersi da ieri sera nelle montagne di Pinerolo nel torinese. A dare l’allarme sono stati i familiari preoccupati per il mancato rientro. Sono intervenuti il soccorso alpino speleologico e l’elicottero del 118.

Chi erano i due uomini

Il primo uomo Agostino Benedetto 65 anni di Pinerolo era partito in mountain -bike per fare un giro tra L’Italia e la Francia, è stato ritrovato dai soccorsi nei pressi del rifugio Granero, in Alta Valpellice, dove è precipitato in prossimità di una prima placca di neve gelata dunque, secondo quanto riferisce il Soccorso alpino, l’uomo è “probabilmente scivolato”. Il 65enne aveva installato un’app o aveva a disposizione un Gps che trasmetteva la sua posizione” che ha facilitato i compagni nel risalire ad una sua ipotetica posizione, inizialmente segnalata sul versante francese. Per questo sono stati attivati i soccorsi anche oltralpe, ma poi il corpo è stato ritrovato sul versante italiano.

Mentre del secondo uomo si sa soltanto un nome e un cognome ma nessun documento  ufficiale.  L’uomo si trovava in Val Chisone ed aveva lasciato la sua auto nei pressi del rifugio Selleries da cui è partita la squadra di soccorso. Intorno alle 24.30 è stato ritrovato lo zaino della vittima al Colle del Sabbione, 90 minuti dopo nei dintorni è stato ritrovato il corpo.

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche