Udine: uccide la fidanzata e va alla polizia con il cadavere in auto

UDINE – Nuovo grave caso di femminicidio, un uomo di 34 anni si è presentato questa mattina, al comando della Polizia stradale di Palmanova (Udine), con il cadavere della sua fidanzata nell’auto.

Dopo aver girovagato per tutta la notte in auto, Francesco Mazzega, 34 anni di Spilimbergo (Pordenone) si è presentato alle forze dell’ordine per costituirsi.

MACABRO RITROVAMENTO

Durante l’interrogatorio ha confessato di aver strangolato Nadia Orlando di 21 anni originaria di Dignano (Udine). I militari hanno poi reinvenuto il corpo della giovane donna nell’auto dell’uomo. Era riversa senza vita sul sedile anteriore.

Loading...

I due fidanzati lavoravano insieme, nell’azienda specializzata in protesi ortopediche ‘Limà di San Daniele del Friuli (Udine).
Ancora da chiarire i motivi dell’omicidio.

Il cugino della vittima ha raccontato “Il papà di Nadia era molto in ansia per la figlia, pochi giorni fa mi ha riferito le sue preoccupazioni per questo fidanzato che era possessivo e geloso” 
”Mentre mi raccontava le sue preoccupazioni piangeva, non sapeva in che modo aiutare Nadia, era stata proprio lei a confidarsi con lui”

RICOSTRUZIONE DEI FATTI

La coppia era uscita il lunedì sera con l’auto dell’uomo, una Toyota Yaris. Si presume dai primi accertamenti che la giovane donna sia stata strangolata in seguito ad un litigio, mentre la coppia era in sosta a Dignano.

Il corpo di Nadia è stato prelevato dalla polizia scientifica verso le 11,30 di questa mattina.

Mazzega è stato subito sottoposto ad interrogatorio dal pm Letizia Puppa.

Gli ultimi casi di femminicidio hanno destato una forte reazione anche al parlamento, la presidente Laura Boldrini della camera ha così commentato la tragica morte di Nadia Orlando  

“È un altro gesto folle, violento contro una donna”