Umtiti in lacrime per i cori razzisti in Lazio-Lecce

L'arbitro ferma il gioco e sventola lo spauracchio della sospensione del match.

Esce in lacrime dal campo, dopo i cori razzisti, il difensore del Lecce Umtiti.

Umtiti: l’arbitro interrompe la partita

Samuel Umtiti esce dal campo in lacrime alla fine della partita. Il suo Lecce batte la Lazio in rimonta, ma a fare notizia non è la vittoria. Quel che oggi cattura la nostra attenzione è l’ennesimo episodio di “razzismo da stadio”. Nel corso della partita il settore ospiti ha fatto partire cori e ululati razzisti. L’arbitro Marinelli ha interrotto la partita e lo speaker dello stadio ha sventolato lo spauracchio della sospensione del match. A quei cori i tifosi del Lecce hanno risposto gridando il nome del calciatore e sovrastando i “buuu” razzisti. Una mossa che ha dato la carica giusta alla formazione per rimontare e vincere una partita complicata sotto più punti di vista.

- Advertisement -

Cori anche contro Banda

I cori razzisti dei tifosi della Lazio si erano sentiti nel primo tempo, all’indirizzo di Banda. “È una vergogna, è arrivata l’ora che si metta fine a tutto questo”, ha commentato il tecnico Baroni alla fine della gara. “A volte per colpa di pochi si etichettano tutti, ma questi sono comportamenti vergognosi”. Anche Carlo Salvemini, sindaco di Lecce, ha detto la sua su Facebook: ”Vincere è bellissimo, quando i tifosi avversari si esibiscono in vergognose offese razziste contro i nostri Umtiti e Banda”.