USA, video shock: manette e spray al peperoncino su una bambina di nove anni

Il sindaco della città di Rochester si è dichiarato preoccupato per quello che è successo ad una bambina di nove anni, di origini afroamericane, nel suo dipartimento. Sono in corso delle indagini ma da tempo è urgente migliorare gli interventi in casi di problemi psichiatrici soprattutto con minori come quello che vi stiamo per raccontare

Sul canale Youtube della polizia di Rochester (NY) sono visibili due video drammatici con soggetto una bambina di nove anni in preda alla rabbia, fermata dai poliziotti e caricata di forza sulla volante con uso come deterrente dello spray al peperoncino e delle manette.

I due video sono stati pubblicati il 31 gennaio 2021 e hanno fatto scalpore tanto da portare ad una conferenza stampa dove il sindaco di Rochester, Lovely Warren, si è dichiarato preoccupato. Gli agenti di polizia hanno raccontato che la bambina aveva intenzioni suicide ed era stata segnalata dai genitori in situazione di pericolo.

- Advertisement -

La bambina viene raggiunta da poliziotti e genitore affidatario, la madre

Il primo video dura più di dieci minuti e mostra l’agente a cavallo raggiungere la bambina con lo zaino di scuola. Viene sorpresa in strada in preda a crisi di pianto, agente e minore verranno raggiunti dalla madre e scoppierà una litigata che peggiorerà lo stato d’animo della minore.

La bambina viene ammanettata e viene usato dello spray al peperoncino

Il secondo video invece mostra il caricamento forzato sulla volante, diversi agenti le sono attorno e addirittura verrà ammanettata. Tutti i tentativi di calmare la bambina sono stati vani dal primo momento all’ultimo, si poteva trovare un altro sistema per intervenire?

- Advertisement -

Un caso sotto visione delle autorità, ecco cosa ha raccontato la polizia

Alla conferenza stampa di domenica presieduta anche dal sindaco della città è intervenuto il vice capo della polizia, Andre Anderson, e altre rappresentanze.

Gli agenti quando sono intervenuti erano impegnati in un’altra operazione, sono stati avvicinati dalla madre della bambina che ha avvisato che la figlia poteva danneggiare se stessa e gli altri. Ha denunciato che voleva uccidersi e che voleva uccidere la madre.

- Advertisement -

Un agente si è staccato dal gruppo e ha raggiunto la minore in una strada vicina, Harris Street. Nel video, e come ha raccontato anche nella conferenza, ha più volte chiesto cosa sta succedendo? Come posso aiutare?” fin quando la situazione è degenerata.

Il Vicecapo della polizia ha dichiarato di non cercare scuse per quello che è successo, quando la bambina è diventata più agitata, soprattutto con la madre, è arrivata la decisione comune (agenti più genitore affidatario) di mettere sul retro della pattuglia la minore in attesa dell’arrivo di un’ambulanza dell’American Medical Response.

La polizia ha fornito dettagli sul tipo di spray usato ma non il nome e generalità dell’agente coinvolto

La polizia ha riferito che la ragazza ha chiamato più volte il padre, ha disobbedito più volte ai comandi degli agenti e ha iniziato a prenderli a calci buttandosi per terra. Un agente solo del gruppo è stato dichiarato obbligato a spruzzare un irritante sul viso per ammanettarla.

La sostanza usata è al peperoncino, un deterrente classico per creare distrazione e anche smorzare o interrompere le azioni più violente. L’incidente è in fase di revisione anche perché la bambina è e sarà seguita dal dipartimento di salute mentale.
Le rappresentanze della polizia di Ronchester hanno deciso di non rilevare il nome dell’agente che ha usato lo spray in quanto le condizioni di azione erano esasperate e ha dichiarato che ci sono delle indagini in corso che chiariranno la situazione vissuta dalla bambina e dalla madre.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter

Regali per stupire i bambini: esperienze che alimentano la curiosità e...

Quando si pensa a regali per i bambini, si è soliti considerare oggetti materiali, spesso dimenticando l'inestimabile valore delle esperienze che, oltre a stupire,...